Elon Musk, Amministratore delegato di Tesla Inc, ha dichiarato che la compagnia è aperta alla fornitura di licenze, propulsori e batterie ad altri produttori di auto. Già in precedenza l’azienda aveva fornito batterie a Mercedes e Toyota Motor nell’ambito di accordi di partnership separati. Analisti ed esperti del settore affermano che la produzione di batterie è un’area in cui la società statunitense ha un vantaggio competitivo rispetto alle case automobilistiche legacy.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Batterie Tesla, il messaggio di Musk su Twitter

Come quasi sempre quando si tratta del CEO di Tesla, l’annuncio è arrivato direttamente dal suo profilo Twitter, nel quale si legge:

Tesla è aperta alla concessione di licenze e alla fornitura di propulsori e batterie. Stiamo solo cercando di accelerare l’energia sostenibile, non di schiacciare i concorrenti!

Non è chiaro, al momento, quali tipi di batterie fornirà l’azienda. Tesla attualmente gestisce una joint venture con Panasonic Corp e fornisce anche batterie in collaborazione con la China Amperex Technology (CATL) e la LG Chem.

Musk sta inoltre pensando di costruire il proprio impianto di produzione di batterie presso lo stabilimento Tesla di Fremont, in California, nell’ambito del progetto “roadrunner“.

Le batterie sono il componente più costoso e importante dei veicoli elettrici (EV).

Park Chul-wan, esperto di batterie sudcoreane e professore all’Università di Seojeong, ha commentato che:

La fornitura di Tesla potrebbe abbassare le barriere all’ingresso per i produttori di veicoli elettrici startup, rappresentando una potenziale minaccia per i produttori di automobili legacy, che hanno le proprie piattaforme. La strategia, in caso di successo, aumenterà la dipendenza del mercato dei veicoli elettrici da Tesla.

In una recente teleconferenza sugli utili, Musk ha dichiarato che il vero limite alla crescita di Tesla è la produzione di celle a batteria a un prezzo accessibile. Il miliardario imprenditore ha inoltre affermato che la società espanderà la propria attività con Panasonic, CATL e LG Chem.

Già nel 2014 Musk aveva preannunciato che Tesla avrebbe consentito ad altri di utilizzare i suoi brevetti, nella speranza di accelerare lo sviluppo di auto elettriche da parte di tutti i produttori.

Quotazione Tesla oggi 29 Luglio 2020

Il Titolo Tesla ha chiuso in calo del 4,10% l’ultima seduta di mercato, allontanandosi dal massimo storico e di 52 settimane toccato a metà Luglio, per un valore di 1,793.02 dollari per azione. Alla riapertura odierna di Wall Street, il prezzo verrà contrattato in un range compreso tra 1.472 e 1.475 dollari per azione.

Tutto il comparto azionario quotato alla Borsa di New York sta incredibilmente soffrendo del protrarsi dell’emergenza coronavirus sul territorio statunitense.

Chi ha scelto di comprare azioni Tesla ha avuto un ottimo ritorno negli ultimi mesi. Tuttavia, al momento, i dubbi sulla ripresa economica dilagano tra gli investitori, mentre il dollaro testa i minimi di due anni.

La Federal Reserve ha concluso il suo ultimo incontro di una due giorni di riunioni ed è probabile che si attenga a una posizione accomodante. Attese più tardi le dichiarazioni ufficiali post meeting. Tuttavia, molti dei funzionari dell’istituto hanno fornito previsioni cupe in diverse apparizioni pubbliche. In seno alla Casa Bianca ci sono ancora divergenze sul pacchetto di aiuti.

Altri articoli dello stesso autore: