Il Battery Day è alle porte; l’evento avrà luogo nella giornata di domani. I trader che hanno scelto di investire in Azioni Tesla si aspettano che le novità che Elon Musk, CEO della compagnia, si appresta ad annunciare, spingano la quotazione ad un veloce rally. Il mercato sembra avere fiducia sul recupero del recente crollo do oltre il 20%.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Tesla, lo scenario della vigilia dell’attesissimo evento

Le azioni Tesla sono aumentate nelle ultime sessioni di mercato, in vista dell’evento programmato per martedì, dopo la chiusura delle contrattazioni. Molti analisti si aspettano che Musk sveli miglioramenti sulla produzione di batterie a basso costo. Ciò rappresenterebbe un grande vantaggio della casa automobilistica californiana su General Motors, Volkswagen e altri rivali.

Secondo gli esperti, il trading su azioni Tesla prevede una variazione della quotazione di circa il 17%, in rialzo o in ribasso, entro venerdì.

Durante questo mese, il Titolo Tesla ha più che compensato il crollo storico dell’8 settembre, dopo che la società è stata inaspettatamente esclusa dal gruppo di aziende inserito nell’indice S&P 500. Fino a quel momento, da inizio anno, la quotazione era aumentata di oltre il 400%. Al momento, Tesla rimane al di sotto della sua chiusura record del 31 agosto.

Gli analisti, compresi quelli che, generalmente, si mantengono neutri sulle azioni di Tesla, si aspettano importanti progressi da Musk.

In particolare, ci si attende che gli annunci del CEO della casa automobilistica californiana confermino un certo vantaggio competitivo di Tesla, nel business delle auto elettriche, sia in termini di tecnologia che di costi.

Le batterie fanno sì che le auto elettriche costino più di quelle a benzina. Di conseguenza, la capacità di produrre batterie a basso costo e di lunga durata potrebbe mettere le auto Tesla su un piano di parità con quelle dei suoi competitor, e contribuire alla diffusione dei veicoli elettrici su larga scala.

Le anticipazioni di Musk

Elon Musk, ad agosto, ha suggerito su Twitter che Tesla potrebbe essere in grado di produrre in serie batterie con il 50% in più di energia in tre o quattro anni. Il che potrebbe persino dare il via alla produzione di aeroplani elettrici.

Un “Autonomy Investor Day” molto pubblicizzato nell’aprile dello scorso anno non è riuscito a fermare un calo di cinque mesi delle azioni della società. In quell’evento del 2019, Musk ha affermato che i robotaxi Tesla senza driver umani sarebbero stati disponibili in alcuni mercati statunitensi nel 2020. Tuttavia si è trattato di dichiarazioni audaci con scadenze che Tesla non ha rispettato.

Diversi analisti si dicono convinti che gli annunci al Battery Day saranno nello stesso stile, quello che, da sempre, caratterizza le affermazioni di Musk.

Tuttavia, nonostante questo, gli esperti credono che la società ne uscirà comunque rafforzata grazie al fatto di trasmettere un percorso in netta crescita ed evoluzione.

Stando a quanto trapelato fino ad ora, i nuovi progetti per le celle delle batterie, nuove sperimentazioni chimiche e nuovi processi di produzione sono solo alcuni degli sviluppi che consentirebbero a Tesla di ridurre la sua dipendenza dal partner Panasonic. Una maggiore autonomia produttiva consentirebbe alla società di ridurre già notevolmente il prezzo elevato delle batterie.

Altri articoli dello stesso autore: