L’Autopilot di Tesla Inc si è classificato sesto su dieci sistemi di assistenza alla guida testati in una valutazione europea della sicurezza. Il sistema di Elon Musk ha ottenuto un punteggio molto basso sulla sua capacità di mantenere i conducenti impegnati. Tesla è stata, nel corso di questo 2020, una delle prime scelte dei trader impegnati a investire in azioni. Tuttavia, nell’ultimo mese, il gigante delle auto elettriche ha compiuto più di un passo falso.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Tesla, tutto sui test sul nuovo sistema di guida automatico

L’Autopilot della Tesla Model 3 ha ottenuto un voto di appena 36 punti sulla sua capacità di mantenere la concentrazione del guidatore sulla strada. Tuttavia, ha ottenuto il punteggio più alto per le prestazioni e la capacità di rispondere alle emergenze, ricevendo un punteggio complessivo di 131 e una valutazione finale sulla sicurezza di “moderata”.

Nello stesso test, il sistema Mercedes GLE, che ha raggiunto il punteggio complessivo più alto di 174 e ha ricevuto la valutazione massima sulla sicurezza di “molto buona“, ha ottenuto, nel dettaglio, un punteggio di 85 per il coinvolgimento del conducente. La maggior parte degli altri veicoli ha raggiunto punteggi di 70 o più per il coinvolgimento del conducente.

Il programma europeo di valutazione delle nuove auto (NCAP), in collaborazione con il gruppo assicurativo britannico Thatcham Research, ha definito il test come la prima valutazione dei consumatori incentrata specificamente sui sistemi di assistenza alla guida. I nuovi piloti automatici sulle auto rappresentano una tecnologia che automatizza alcune attività, tra cui accelerazione, frenata e supporto allo sterzo.

I ricercatori sulla sicurezza e le società di assicurazioni hanno spesso messo in guardia dai rischi di questi nuovi sistemi. I consumatori, infatti, sono portati a sovrastimare le capacità di queste tecnologie. In particolare, si tratta di un’idea sbagliata aumentata da alcune case automobilistiche che chiamano i loro prodotti Autopilot, ProPilot o CoPilot, fuorviando gli utenti sulle funzioni degli stessi.

L’Autopilot di Tesla era già stato criticato dal National Transportation Safety Board degli Stati Uniti, per aver consentito ai conducenti di distogliere la loro attenzione dalla strada. Le autorità di regolamentazione statunitensi hanno indagato su 15 incidenti dal 2016 che hanno coinvolto veicoli Tesla dotati di pilota automatico.

Oltre alla Mercedes GLE, anche la BMW Serie 3 e l’Audi VOWG_p.DE Q8 hanno ricevuto la valutazione più alta. Al contrario, i due modelli presentati da Renault da Peugeot, hanno ricevuto la valutazione più bassa.

Quotazione Tesla oggi 1 Ottobre

Il Titolo Tesla ha chiuso l’ultima seduta di mercato in rialzo del 2,37%, a quota 429.01 dollari per azione. Nel pre market di oggi, il Titolo è in ulteriore rialzo di oltre il 2%.

Il massimo di oltre 500 dollari realizzato in Agosto è ancora lontano. Tuttavia, man mano che si avvicinano le elezioni del 3 Novembre, il mercato azionario tecnologico sembra poter recuperare quanto perso a Settembre.

Su dodici mesi, la quotazione è salita del 776,6%. L’attuale rapporto P/E di Tesla è di 1103.82 punti, segno di una fortissima, seppur rischiosa, fiducia da parte degli investitori.

Altri articoli dello stesso autore: