Tutti conoscono la legge di Murphy, ma pochi la legge di Yhprum, ovvero l’esatto opposto (il nome è “Murphy” scritto al contrario). Secondo la legge di Yhprum, tutto ciò che può andare bene, andrà bene. Chi ha scelto di comprare azioni Pfizer già da prima dello scoppio della pandemia ha capito che per l’azienda sembra essere validissima la legge di Yhprum. In particolare, per ciò che riguarda il vaccino COVID-19 sviluppato e commercializzato con BioNTech.

Fino ad ora, Pfizer e BioNTech hanno fornito solo buone notizie per il loro vaccino BNT162b2. Ma non è finita, perché sembrano esserci un paio di nuovi sviluppi positivi che hanno migliorato ulteriormente le prospettive di Pfizer.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

67% of investor lose money

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: FXPN

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Vaccino Pfizer: altre ottime notizie

All’inizio di questo mese, due diversi team di ricercatori israeliani hanno scoperto che la terapia del duo Pfizer/BioNTech sembra ridurre la diffusione dell’infezione da parte del coronavirus che causa il COVID-19. La scorsa settimana, i ricercatori israeliani hanno riportato altri ottimi dati in questo senso.

Allo stesso tempo, alcuni ricercatori canadesi hanno riferito che l’analisi dei dati di Pfizer indica un’efficacia del 92,6% dopo la prima dose del vaccino COVID-19. Un’analisi precedente aveva determinato un’efficacia molto inferiore (52,4%) dopo la prima dose.

Pfizer e BioNTech, inoltre, hanno annunciato un ulteriore sviluppo positivo. Le due società hanno presentato nuovi dati alla Food and Drug Administration (FDA) statunitense che dimostrano che il vaccino può essere conservato per due settimane a temperature comprese tra meno 13 gradi Fahrenheit e 5 gradi Fahrenheit. In precedenza, il vaccino richiedeva una conservazione ultrafredda a temperature comprese tra meno 112 gradi Fahrenheit e meno 76 gradi Fahrenheit.

Impatto potenziale

Cosa significa tutto questo per Pfizer? Innanzitutto, supponendo che la FDA modifichi l’etichetta di autorizzazione all’uso di emergenza (EUA) per la terapia, per le strutture che non dispongono di attrezzature di stoccaggio ultrafredde dovrebbe, ora, essere più facile somministrare il vaccino COVID-19 di Pfizer e BioNTech.

Si tratta di un aspetto che, probabilmente, non avrà un impatto immediato su Pfizer. Tuttavia, tutto ciò che l’azienda può fare per alleviare i gravosi requisiti di stoccaggio aumenta le possibilità che i governi ordinino più dosi del vaccino in futuro. Pfizer ha accennato alle prospettive di ulteriori buone notizie in futuro su questo fronte. L’azienda ha dichiarato che la durata di conservazione e/o la data di scadenza potrebbero essere estese man mano che saranno disponibili ulteriori dati.

Le segnalazioni di maggiore efficacia dopo la prima dose non sono state ancora confermate. Tuttavia, anche questo dato potrebbe aumentare la probabilità che Pfizer possa ricevere più ordini per il vaccino in futuro.

Perché gli investitori non festeggiano?

Nonostante le continue buone notizie sul vaccino statunitense/tedesco, il titolo Pfizer è sceso di quasi il 7% da inizio anno. Perché gli investitori del trading online e della Borsa non si stanno riversando sulla risorsa?

Una potenziale ragione è che è ancora presto. Sono necessari ulteriori dati sull’efficacia della terapia dopo una sola dose. Inoltre, la FDA non ha ancora accettato di modificare l’etichetta del vaccino per confermare i requisiti di conservazione aggiornati.

Probabilmente, però, il fattore più importante è che gli investitori non sono convinti che questi sviluppi possano aumentare le prospettiva di vendita del vaccino dell’azienda statunitense. Anche perché, nel mentre, stanno per essere lanciate altre terapie.

Tuttavia, un motivo per festeggiare scegliendo di investire in azioni nel titolo del colosso farmaceutico ci sarebbe: la società è pronta a raccogliere oltre 15 miliardi di dollari quest’anno dal vaccino. I profitti verranno divisi 50-50 con BioNTech. Senza dubbio, il vaccino COVID-19 di Pfizer rappresenterà un importante motore di crescita per l’azienda nel 2021, e probabilmente per gli anni a venire.

Altri articoli dello stesso autore: