Chi ha scelto di investire in azioni nel settore farmaceutico ha ieri assistito all’impennata del Titolo Moderna. La società del Massachusetts ha dichiarato di essere molto vicina a rivelare i risultati del suo studio sul vaccino Covid-19.

L’azienda di Cambridge, Mass., (Ticker: MRNA) è in una gara con Pfizer (PFE) per ottenere un vaccino sul mercato. Pfizer ha rivelato lunedì che il suo farmaco, sviluppato con la tedesca BioNTech (BNTX), è risultato efficace al 90%. 

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Pfizer VS Moderna: i dettagli che faranno la differenza

Entrambe le società sperano di ottenere l’autorizzazione dalla Food and Drug Administration. Nella corsa al vaccino stanno partecipando anche altri big del settore, tra cui Johnson & Johnson (JNJ).

Raggiungere un tasso di efficacia del 90% come Pfizer, o superare questo valore, è un obiettivo essenziale per Moderna. George Farmer, analista di BMO Capital Markets, ha affermato di avere un rating al rialzo per le azioni Moderna, con un obiettivo di prezzo di $ 94. Secondo gli esperti, se Moderna rivelasse un tasso di efficacia inferiore al 90%, potrebbe essere interpretato negativamente dagli investitori.

La sfida successiva, per i due big del settore farmaceutico, riguarda la produzione delle centinaia di milioni di dosi necessarie, nonché la distribuzione del vaccino a ospedali, cliniche e medici. Pfizer ha affermato che potrebbe arrivare a 50 milioni di dosi quest’anno e 1,3 miliardi l’anno prossimo. Il vaccino di Moderna, se approvato, renderebbe disponibile una scorta maggiore.

Moderna ha confermato di avere dati sufficienti per determinare l’efficacia del suo farmaco e dovrebbe essere in grado di rilasciare i risultati entro la fine del mese.

Le sue azioni sono aumentate del 4,9% a $ 86,50, ieri pomeriggio, mentre il Dow Jones Industrial Average è sceso dell’1,4%. Il titolo è balzato di quasi il 342% dall’inizio dell’anno, rispetto a un aumento del 10% dell’S&P 500.

Al contempo, nell’ultima seduta americana, le Azioni Pfizer sono scese del 2,47%, a quota 37.55 e risultano in calo, al momento, anche nel pre market di oggi.

La reazione alle news sul vaccino

Dalle notizie di Pfizer, più americani sembrano disposti a sottoporsi al trattamento, una volta che un vaccino sarà disponibile. In un recente studio che ha coinvolto 600 persone tra il 10 e l’11 novembre, il 70% ha dichiarato che si sarebbe sottoposto al vaccino entro la fine del prossimo anno, rispetto al 50% -65% di un sondaggio precedente.

Tuttavia, da parte dei cittadini, non è ancora stata espressa alcuna preferenza per il marchio. Inoltre, per fare un confronto con le tendenze annuali, circa la metà degli americani riceve un vaccino antinfluenzale ogni anno.

Tornando a Moderna, il protocollo di sperimentazione richiedeva che almeno 53 partecipanti contraessero il Covid-19. Non è ancora noto quanti di questi 53 pazienti fossero stati sottoposti al vaccino rispetto al placebo. La società si aspetta che il numero di casi positivi per il suo campione aumenti, visto il rialzo significativo del numero di casi nell’ultima settimana .

Stando al parere degli esperti finanziari, Wall Street vorrà che i risultati di Moderna siano vicini a quelli di Pfizer. Il fattore trainante dietro la percezione del vaccino includerà la percentuale di efficacia, comparata a quella di Pfizer.

Nel dettaglio, analisti e investitori si concentreranno sull’efficacia nelle sottopopolazioni a rischio, compresi gli anziani. Inoltre, una grande differenza potrebbe essere data dalle modalità di trasporto.  Rispetto a Pfizer, il vaccino di Moderna dovrebbe poter essere trasportato a temperature più calde, risolvendo un grosso problema.  

Altri articoli dello stesso autore: