Un gruppo di esperti indipendenti ha confermato, ieri sera, che la Food and Drug Administration può concedere l’autorizzazione di emergenza per il vaccino contro il coronavirus a Pfizer (PFE) e BioNTech (BNTX). Per i trader interessati ad investire in Azioni Pfizer, questa notizia riporta il titolo in rally, dopo lo stop della seduta di ieri. Il prezzo Pfizer, al momento, è in rialzo dell’1,50% nel pre market di oggi. Le Azioni BioNTech sono invece in calo dello 0,72% sul NASDAQ, dopo la chiusura di ieri a +5,48%.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

68% of investor lose money

Piattaforma: Plus500

Deposito: 100$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

72% of investor lose money

Piattaforma: IQ Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

73% of investor lose money

Vaccino Pfizer alla svolta anche negli USA

Il comitato consultivo sui vaccini ha votato 17-4 a favore del vaccino Covid-19 di Pfizer. Più di tre quarti dei partecipanti hanno affermato che i benefici del farmaco superano i rischi nelle persone di età pari o superiore a 16 anni. Un membro della giuria si è astenuto dal voto.

Alcuni membri del panel hanno espresso preoccupazione per l’autorizzazione del vaccino per i soggetti di età compresa tra 16 e 17 anni. I dati in quella fascia di popolazione sono molto scarsi.

I relatori si sono anche concentrati sulle reazioni allergiche dopo che due pazienti nel Regno Unito hanno sperimentato effetti collaterali questa settimana, a seguito della somministrazione.

La dottoressa Kathrin Jansen, vicepresidente senior di Pfizer e capo della ricerca e sviluppo sui vaccini, ha spiegato che, negli USA, la pandemia è essenzialmente fuori controllo. L’autorizzazione all’uso di emergenza consente a Pfizer, dunque, di distribuire il suo vaccino prima che i casi di Covid-19 raggiungano un nuovo picco.

L’autorizzazione del farmaco della Pfizer non impedisce alla FDA di autorizzarne altri. Anzi, gli esperti chiedono a gran voce che vengano messi in campo più vaccini. Tra gli inseguitori più vicini ci sono Moderna (MRNA), AstraZeneca (AZN), Johnson & Johnson (JNJ) e Novavax (NVAX).

Le azioni Pfizer crescono sulle speranze di sconfiggere il Covid

Su base annuale, le azioni Pfizer sono aumentate di circa il 6,5% grazie all’entusiasmo dei trader per il suo vaccino contro il coronavirus. Nel frattempo, le quote del partner di sviluppo BioNTech sono aumentate del 282%. Moderna (MRNA), anch’essa al lavoro sullo sviluppo di un vaccino Covid-19, ha guadagnato il 696%.

Il titolo Pfizer è stato ostacolato dalle preoccupazioni per la spedizione del suo vaccino. La terapia, infatti, richiede la conservazione a temperature ultra basse. Il farmaco di Moderna, invece, rimane stabile in frigorifero per 30 giorni. Ma Pfizer non si aspetta che il vaccino venga conservato durante il lancio iniziale.

La società, in un recente comunicato stampa, ha sottolineato che:

La vaccinazione, in una situazione di pandemia, dovrebbe essere rapida, con una forte domanda, e non ci aspettiamo che il prodotto debba essere conservato in qualsiasi luogo per più di 30 giorni.

Pfizer ha sviluppato un speciale contenitore di spedizione che può conservare efficacemente il vaccino fino a 30 giorni, se rifornito con ghiaccio secco ogni cinque giorni. Un’altra opzione consente agli utenti di conservare il farmaco per cinque giorni in un frigorifero standard prima che inizi a degradarsi.

Il titolo Pfizer e le sue oscillazioni selvagge

Le azioni Pfizer rimangono attualmente soggette a oscillazioni selvagge sulle notizie sul vaccino contro il coronavirus. Durante questa settimana, mercoledì le azioni sono diminuite dopo che i funzionari del Regno Unito hanno segnalato due reazioni allergiche potenzialmente correlate al farmaco. Ma, lo stesso giorno, il governo canadese ha autorizzato il vaccino contro il coronavirus, innescando la risalita. Ieri un nuovo ribasso. Oggi, l’approvazione della FDA riporta il titolo in BUY.

Pfizer afferma di poter fornire 50 milioni di dosi del farmaco entro il 2020. Il prossimo anno, spera di arrivare a 1,3 miliardi.

Altri articoli dello stesso autore:

Il nostro voto