La quotazione del Petrolio è in rialzo in questo lunedì 31 Agosto, con il Brent che ha toccato il massimo di cinque mesi sostenuto da un taglio del 30% nelle forniture di greggio di Abu Dhabi. I dati cinesi della mattinata odierna hanno mostrato un certo grado di ripresa della fiducia da parte degli investitori, nonostante la domanda globale fatichi a tornare ai livelli pre-COVID.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Petrolio, i dati di oggi

I future sul greggio Brent per novembre sono aumentati, oggi, fino a toccare quota $ 46,38 al barile. Si tratta del dato più alto da marzo. Il CLc1 del greggio intermedio del Texas occidentale degli Stati Uniti è invece salito a 43,25 dollari al barile, in aumento di 28 centesimi o dello 0,7%.

Il Brent chiuderà il mese di agosto con il quinto aumento di prezzo mensile consecutivo. Il WTI è sulla buona strada per un quarto guadagno mensile, avendo raggiunto un massimo di cinque mesi a $ 43,78 al barile il 26 agosto, quando l’uragano Laura ha bloccato la produzione.

La compagnia petrolifera nazionale di Abu Dhabi ha dichiarato poche ore fa ai suoi clienti che ridurrà le forniture di ottobre del 30%, rispetto a un taglio del 5% a settembre, come indicato dal governo degli Emirati Arabi Uniti, per rispettare il suo impegno sul recente accordo OPEC +.

Il parere degli analisti è che, con la domanda in graduale ripresa, ciò consentirà al mercato di assorbire meglio l’eccesso di scorte dall’inizio dell’anno.

Intanto, le compagnie energetiche hanno continuato gli sforzi per ripristinare le operazioni presso le piattaforme offshore della costa del Golfo degli Stati Uniti e le raffinerie chiuse prima della tempesta.

Le previsioni

Un dollaro USA debole e un sondaggio di oggi che mostra una forza sorprendente del settore dei servizi cinese, stanno sostenendo i prezzi del petrolio. Tuttavia, come detto, la domanda di carburante sta faticando a riprendersi a causa della pandemia di coronavirus e con le scorte che rimangono ampie. Gli analisti, dunque, avvertono degli ostacoli per il greggio per il prossimo futuro.

Le abbondanti forniture a breve termine e la fragilità della ripresa globale, continueranno a frenare i guadagni dei prezzi. È probabile che il petrolio si muoverà lentamente al rialzo, con passaggi modesti.

Le importazioni di greggio dalla Cina, a settembre, dovrebbero diminuire per la prima volta in cinque mesi.

Riflettendo le preoccupazioni per l’aumento delle forniture e la lenta ripresa economica globale, gli hedge fund e i gestori di denaro hanno tagliato le scommesse rialziste sul greggio statunitense al livello più basso in quasi quattro mesi, come hanno mostrato i dati di venerdì.

Secondo i dati della società di servizi energetici Baker Hughes Co., i prezzi più elevati di petrolio e gas stanno anche incoraggiando i produttori statunitensi a riprendere la perforazione. Il numero di piattaforme petrolifere e del gas del paese è aumentato da 3 a 254, durante questo mese.

Il ministro dell’energia del regno saudita, nel frattempo, ha dichiarato ieri che Saudi Aramco ha scoperto due nuovi giacimenti di petrolio e gas nelle regioni settentrionali, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa statale SPA.

Altri articoli dello stesso autore: