Complessivamente, il mese di Maggio è stato abbastanza positivo per le Borse mondiali, eccezion fatta per alcune specifiche giornate. Nel Vecchio Continente, tra la graduale riapertura delle attività produttive e commerciali e l’imminente approvazione del Recovery Fund, i mercati hanno ricominciato a muoversi al rialzo, con ottimi risultati per diversi Titoli. Tuttavia, per alcune aziende, il mese di Maggio è stato disastroso. In particolare, diverse società, dopo il crollo di Marzo e il blocco produttivo, stanno avendo grosse difficoltà nell’avviare la ripresa delle proprie attività. Tra le peggiori azioni di maggio, gli esperti segnalano alcuni dei Titoli che, in questo momento, viaggiano vicini ai minimi di 52 settimane, dopo un lungo percorso in discesa.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Peggiori Azioni di Maggio: il paradosso di Cattolica Assicurazioni

Secondo diversi analisti, in base ad un’attenta valutazione tra trimestrali, settori produttivi, performance sui mercati e possibilità di ripresa, un Titolo da bocciare assolutamente è quello di Cattolica Assicurazioni.

La società veronese ha presentato una trimestrale più che positiva. Sostanzialmente, i conti aziendali non hanno praticamente risentito della crisi causata dal coronavirus. I nuovi contratti sono stati in aumento del 2,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Con un fatturato di 72 milioni di euro e un utile netto di 14 milioni.

Eppure, questa condizione non rispecchia l’andamento del titolo in Borsa. La quotazione, da inizio mese fino al 22 maggio, ha viaggiato sempre in discesa. Dopo un lieve recupero di 5 sedute, la pressione ribassista ha ripreso il sopravvento. Fino ad arrivare al drastico calo odierno.

Nella seduta odierna, il Titolo è in perdita di oltre il 18%, facendo registrare il minimo di 52 settimane a quota 3,36 euro. La variazione su 1 anno è in negativo del 43,03%.

Le motivazioni di questa pessima situazione sono svariate. Innanzitutto, l’IVASS ha chiesto alla società cooperativa un aumento di capitale da 500 milioni di euro, dopo la rilevazione dell’indebolimento della solvibilità del Gruppo. In sostanza, la bassa redditività sta indebolendo la società.

Le previsioni di vendita per i prossimi anni sono state riviste al ribasso, così come le previsioni di profitto.

Di conseguenza, il titolo ha raggiunto scarsi o pessimi risultati nel mese scorso e lo stesso si prevede nel breve termine.

Moncler tra i titoli più instabili

Il Trading su Azioni Monlcer nel mese di Maggio ha fatto registrare una continua sequenza di alti e bassi che ha messo in difficoltà diversi investitori. Nonostante la quotazione, complessivamente, non abbia perso cifre astronomiche, il prezzo Moncler non ha comunque mai preso una direzione definita, per tutto il mese.

Attualmente, la quotazione si trova in ribasso dell’1,14% a 33,07 euro. Minimo e massimo di 52 settimane rispettivamente di 25,89 e 43,61. La variazione su 1 anno è in positivo dell’1,36%.

Nel frattempo, la scorsa settimana, la società ha comunicato il rinnovo del patto parasociale tra Ruffini Partecipazioni Holding e Venezio Investments Pte per altri 12 mesi, fino al 3 agosto 2021.

Altri articoli dello stesso autore: