PayPal ha lanciato il suo servizio di trasferimento di denaro Xoom nel Regno Unito e in altri 31 mercati europei il mese scorso. È un buon affare per le persone che inviano denaro all’estero? La risposta, quando si confronta Xoom o qualsiasi altro servizio di trasferimento è: “dipende”.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: 24option

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Plus500

Deposito: 100$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Paypal abbassa le commissioni

Quasi $ 700 miliardi di rimesse vengono inviate oltre confine ogni anno, cambiando fondi da una valuta all’altra. Le banche e le società di trasferimento di denaro in genere hanno preso un grosso colpo da tali trasferimenti, addebitando commissioni che vanno dal 5% a persino più del 25% per alcune coppie di cambi. Le transazioni possono anche richiedere giorni per l’elaborazione.

Le startup Fintech stanno portando la concorrenza nel settore. In questi giorni, ad esempio, un cliente esperto può spesso effettuare trasferimenti da banca a banca da sterline britanniche verso altre valute in tutto il mondo per meno dell’1%di commissioni. Quando si tiene conto di tutto, Xoom di PayPal è di solito da qualche parte nel mezzo rispetto ai suoi concorrenti, secondo i dati FXC. In alcuni casi sono abbastanza competitivi, in altri sono meno competitivi rispetto alla media del mercato

Ciò rende importante cercare le migliori tariffe. Ci sono un certo numero di variabili in gioco, come contanti contro bonifico bancario o debito / carta di credito. Può anche dipendere dal corridoio delle rimesse (coppia di cambio e paesi coinvolti), dall’ammontare del trasferimento e dai tassi di cambio fluttuanti che cambiano costantemente. Questo crea migliaia di combinazioni di prezzi diverse.

Paypal semplifica i cambi

La complessa serie di addebiti può essere difficile da capire per una persona che non ha familiarità con i tassi di cambio, quindi guardare semplicemente a quanti soldi otterrà il destinatario è il modo più semplice per valutare quale servizio offre l’offerta migliore. Xoom, ad esempio, rivela che addebita una commissione di transazione e dice anche al cliente che guadagna attraverso il tasso di cambio che addebita. Ma il cliente deve ancora visitare un altro sito Web per capire la differenza tra il tasso offerto da Xoom e il tasso di mercato effettivo.

PayPal e Xoom, sono tra i pochi che affermano di guadagnare direttamente dal tasso di cambio”, ha affermato Webber, la maggior parte non te lo dice. Il più trasparente è probabilmente TransferWise. Un portavoce di PayPal ha dichiarato che le tariffe di Xoom per i trasferimenti internazionali sono competitive e che le commissioni e tariffe sono elencate chiaramente per ogni transazione per i i clienti.

Non ci sono costi nascosti

TransferWise è considerato trasparente perché, tra le altre cose, mostra il costo totale di un trasferimento nella valuta dei mittenti. Ma non è neanche perfetto. I dati FXC mostrano che la società di otto anni non offre sempre l’offerta migliore. Nel 2016 TransferWise è stato anche oscurato dal regolatore pubblicitario del Regno Unito per quello che ha affermato che erano dichiarazioni fuorvianti su quanto i clienti possono risparmiare sulla sua piattaforma. L’apparato di sorveglianza ha affermato che TransferWise ha manipolato i dati a proprio vantaggio e non ha messo a disposizione dei clienti sufficienti informazioni comparative per consentire loro di esprimere un giudizio.

Un portavoce ha dichiarato al momento che la società ha creato una pagina sul suo sito Web per spiegare il calcolo in modo più dettagliato. I regolatori europei hanno esaminato questo problema. A febbraio, la Financial Conduct Authority del Regno Unito ha pubblicato una dichiarazione politica (pdf) sui pagamenti, poiché le autorità cercano di rendere più chiari questi servizi ed evitare dichiarazioni pubblicitarie fuorvianti.

L’ UE ha inoltre norme che impongono ai prestatori di pagamenti di divulgare tali informazioni in modo neutro e comprensibile. Nel complesso, l’afflusso di aziende fintech che offrono servizi di trasferimento di denaro significa che i consumatori possono probabilmente ottenere offerte migliori che mai.

Paypal in borsa

Questi cambiamenti portano sicuramente molta fiducia agli investitori, che sempre di più hanno deciso di investire sulle azioni. Nell’ultimo anno il titolo è salito quasi del 70% alla fine di giugno, avendo una correzione aspettata nei mesi estivi.

Le grandi strategie di Paypal però tendono a svilupparsi nei mesi caldi del mercato e i numerosi cambiamenti che stanno avvenendo ultimamente, sono una preparazione per il prossimo mese. Acquistare il titolo a lungo termine però non è attualmente consigliato dagli investitori, visti i continui spostamenti di mercato. Per questo motivo il modo migliore per sfruttare gli spostamenti del marcato è fare trading online. Attualmente gli speculatori consigliano di speculare sulle azioni Paypal, sfruttando così ogni spostamento a proprio piacimento.

Altri articoli dello stesso autore: