Nokia ha chiuso un accordo con il più grande operatore di telefonia mobile britannico, BT, per la fornitura di apparecchiature radio 5G. La notizia è stata confermata direttamente dalla società finlandese poche ore fa. Per chi desidera investire in Azioni oggi, ciò può tradursi in un buon rialzo, sul breve termine, per il Titolo Nokia.

L’accordo renderà Nokia come il più grande fornitore di apparecchiature per BT. Tutto questo avviene pochi mesi dopo la decisione della Gran Bretagna di escludere le tecnologie cinesi Huawei dalle reti di telecomunicazioni 5G di prossima generazione.

Al momento la dimensione economica del contratto non è ancora stata resa nota.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Nokia, tra opportunità e tensioni politiche

In un contesto di crescenti tensioni tra Stati Uniti e Cina, il produttore finlandese di apparecchiature per le telecomunicazioni afferma di volersi concentrare sulle aree che può controllare, come la tecnologia e i clienti.

Nel dettaglio, Jae Won, responsabile per Nokia delle aree dell’Asia e del Pacifico, intervistato dalla CNBC, ha dichiarato che:

Le varie questioni geopolitiche forniscono alcune complicazioni, ma per quanto ci riguarda, ci concentriamo sulla tecnologia che possiamo sviluppare e ci concentriamo sui clienti e sulle opportunità di business che il 5G e l’Industria 4.0 offriranno per il futuro.

Come è noto, gli Stati Uniti e la Cina stanno combattendo per dominare nelle nuove tecnologie, in particolare per ciò che riguarda intelligenza artificiale, calcolo quantistico e 5G.

La Cina, per rispondere all’ostruzione degli USA, ha intensificato gli sforzi per ridurre la propria dipendenza dai chip di fascia alta stranieri, investendo fortemente nel suo mercato dei semiconduttori interno.

Alcuni esperti affermano che la rivalità tra Washington e Pechino potrebbe portare addirittura all’emergere di due Internet. Spesso definita “splinternet“, si tratta della possibilità che Internet sia frammentata e disciplinata da normative separate, come quelle degli Stati Uniti e della Cina, e gestita da servizi diversi. Se si verificasse, una tale divisione costringerebbe inevitabilmente le aziende tecnologiche a ripensare completamente le proprie strategie operative in vari mercati.

I guai di Huawei come opportunità per Nokia

Attualmente, Nokia è uno dei maggiori fornitori di apparecchiature di telecomunicazione al mondo, dietro al leader di mercato Huawei.

Nella corsa mondiale al 5G, Nokia, Ericsson e Samsung rappresentano i primi tre beneficiari della campagna guidata dagli Stati Uniti contro la cinese Huawei.

Huawei è stata bandita dalla partecipazione all’infrastruttura 5G negli Stati Uniti e in altri paesi, ma è anche stato limitato il suo accesso a determinate tecnologie di fascia alta realizzate negli Stati Uniti o tecnologiche realizzate utilizzando apparecchiature statunitensi.

Il Giappone, l’Australia e il Regno Unito si stanno adeguando alla politica di Trump.

E’ dunque anche per questi motivi che Nokia è riuscita ad aggiudicarsi il contratto 5G per la britannica BT, perdendo però contro Samsung per la stessa fornitura alla statunitense Verizon.

La tendenza generale delle Azioni Nokia sul mercato, dunque, rimane incerta. Gli analisti prevedono buone opportunità per il colosso finlandese. Tuttavia, molto dipenderà da come l’azienda riuscirà a sfruttare queste opportunità, superando la concorrenza.

Altri articoli dello stesso autore: