Nell’ambito del trading online sul settore bancario, emergono i dati che confermano che Morgan Stanley ha superato le stime di Wall Street per i profitti, in base a quanto comunicato pochi minuti fa. Si tratta di una notizia che conferma come le grandi banche statunitensi concentrate sul trading abbiano registrato ampi guadagni in questo difficile periodo. Al contrario, le banche al dettaglio hanno subito un duro colpo dalla pandemia.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Morgan Stanley trascina le big banks

Le potenze commerciali di Wall Street, Morgan Stanley e Goldman Sachs, sono riuscite a capitalizzare  una raffica di attività nei mercati finanziari. I clienti, infatti, hanno acquistato e venduto azioni più del solito, in risposta alla pandemia di coronavirus. Al contempo, molte società hanno fatto il loro debutto in Borsa o raccolto nuovi capitali.

Al contrario, le banche con focus retail come Citigroup e Bank of America hanno sofferto maggiormente, principalmente a causa dei tassi di interesse storicamente bassi, delle disposizioni per coprire i crediti inesigibili e della minore spesa per i consumi.

Sebbene l’unità commerciale di Morgan Stanley non abbia raggiunto i massimi record del trimestre precedente, l’ultima performance è stata comunque sufficientemente buona per aiutare la banca a superare le aspettative.

I ricavi della divisione che si occupa dei titoli istituzionali, che è il più grande segmento della banca e include le attività di investment banking e trading, sono aumentati del 21% a 6,06 miliardi di dollari.

I ricavi della sottoscrizione di azioni sono invece più che raddoppiati, grazie alle commissioni elevate ottenute da una serie di offerte pubbliche iniziali ad alto profilo, come Snowflake Inc, Royalty Pharma, KE Holdings Inc e Warner Music.

Tuttavia, i ricavi derivanti dalla sottoscrizione di obbligazioni sono diminuiti rispetto allo scorso anno, a causa del calo delle emissioni di prestiti e della ridotta attività di negoziazione.

L’analisi

Diversi analisti ritengono che possedere titoli azionari di grosse bance d’investimento, come le Azioni Morgan Stanley, sia più agevole, poiché queste realtà hanno portafogli di prestiti relativamente piccoli (che rappresentano il rischio maggiore), ma hanno una leva degli utili al rialzo sui mercati dei capitali attualmente attivi.

L’utile netto applicabile agli azionisti comuni è salito a $ 2,60 miliardi nel trimestre terminato il 30 settembre, da $ 2,06 miliardi di un anno fa. L’utile per azione è salito a $ 1,66 da $ 1,27 di un anno fa.

Secondo i dati IBES di Refinitiv, gli analisti prevedevano un profitto di $ 1,28 per azione. Anche i ricavi superano le stime, aumentando del 16% a 11,7 miliardi di dollari.

Mercoledì, Goldman Sachs aveva registrato la sua migliore performance trimestrale in un decennio, in un momento in cui il trading è tornato alla ribalta.

Il Titolo Morgan Stanley ha chiuso l’ultima seduta di mercato in rialzo dello 0,42%, a quota 50.65 dollari per azione. La banca ha una capitalizzazione di mercato di 91.67B, con oltre 1,8 miliardi di azioni attualmente in circolazione.

Altri articoli dello stesso autore: