Il Venezuela potrebbe aver infranto un nuovo record, con un aumento del 30% nella negoziazione di bitcoin rispetto al precedente massimo storico. Contrariamente a quanto riportato però, i trader di Bitcoin in Venezuela non stanno distruggendo o facendo esplodere nulla. Il trading di bitcoin in Venezuela è infatti in declino nonostante gli aumenti registrati in queste ore.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

BROKERVANTAGGIDEPOSITO MINIMOAPERTURA CONTO
Corsi e Webinar Gratis
Indicatori Gratis
Segnali in piattaforma e via sms
Demo Gratis
250 EURO
Demo Gratis
2000+ Asset Disponibili
Spread agevolati
Piattaforma professionale
100 EURO

Trading sui Bitcoin in forte aumento in Venezuela

I trader di Bitcoin in Venezuela hanno spostato un volume di quasi 117 miliardi di bolivar sovrani (VES) durante l’ultima settimana di agosto. Quel numero potrebbe sembrare impressionante, soprattutto considerando che il precedente massimo storico in bolivar era appena timido di 80 miliardi e non c’era un modello ovvio che avrebbe potuto prevedere un simile picco. Ma la verità è che questo dice molto di più sulla valuta nazionale iperinflazionata del Venezuela rispetto a Bitcoin. Quando si guarda al volume effettivo di BTC scambiato in Venezuela, è attualmente in discesa – con gli operatori hanno mosso appena 541 BTC la scorsa settimana. Quella cifra impallidisce rispetto al massimo storico raggiunto all’inizio di febbraio quando i venezuelani hanno scambiato quasi 2500 BTC in una sola settimana.

Mentre è vero che i prezzi della maggior parte dei prodotti in Venezuela sono attualmente ancora più volatili rispetto alla tua tipica criptovaluta, e Bitcoin potrebbe essere visto come un negozio di valore relativamente stabile, buono come l’oro o una pila di banconote da un dollaro USA, per dire che il trading di Bitcoin è in aumento in Venezuela è evidentemente un’affermazione errata.

Situazione simile in Argentina

L’Argentina sta attualmente attraversando una situazione simile, grazie alla fallita amministrazione del presidente Mauricio Macri, un uomo d’affari la cui ideologia è per inciso diametralmente opposta a quella del presidente venezuelano Nicolás Maduro. Secondo i dati forniti da SatoshiTango, compilato da Coin Monitor Argentina, BTC in Argentina è attualmente scambiato con un prezzo superiore di $ 2.000, se misurato in dollari, rispetto al resto del mondo. I trader sulla maggior parte delle borse ora pagano circa $ 10.365 per Bitcoin, mentre gli argentini pagano circa $ 12.584.

Ma sulla scena del trading su Bitcoin, la situazione dell’Argentina riflette la stessa tendenza che si sta verificando in Venezuela: una diminuzione del numero di bitcoin spostati, ma un volume crescente misurato in pesos argentini. In altre parole, questi registri non significano molto altro che un riflesso di quanto sia grave la crisi economica in entrambi questi paesi.

Altri articoli dello stesso autore:

Condividi l'articolo con i tuoi amici
error