Le Azioni Moderna sono aumentate del 450% nel 2020. Nel 2021, il rally continua, tanto che la capitalizzazione di mercato della società è ora vicina ai 100 miliardi di dollari. Un’enormità per un’azienda che ha solo 11 anni. Il titolo ha chiuso ieri a +4.89% e negli scambi di trading online fuori orario che anticipano la seduta odierna la risorsa risulta in ulteriore apprezzamento.

Ora, Moderna ha una valutazione di mercato talmente elevata che può essere paragonata a quella dei giganti farmaceutici storici a livello mondiale, come ad esempio Sanofi. In questa situazione, è inevitabile chiedersi quanto sia rischioso, adesso, investire in Azioni Moderna.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

67% of investor lose money

Piattaforma: OBRInvest

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: FXPN

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Moderna, cosa c’è oltre il covid?

Per capire rischi e opportunità del titolo Moderna, occorre obbligatoriamente passare per il covid e per il vaccino a tecnologia mRNA sviluppato dall’azienda. Si tratta di una tecnologia che può potenzialmente essere utilizzata anche per altre malattie. Ma su questo punto, gli analisti non sembrano affatto concordi.

Prima dello scoppio della pandemia, la compagnia generava entrate normali. Nel 2021, l’azienda potrebbe generare entrate fino a 22 miliardi di dollari. Dopodiché, è davvero molto difficile fare delle previsioni realistiche. Fino a qualche mese fa, del resto, nessuno conosceva la variante Delta del virus.

Inoltre, non è ancora chiaro per quanto tempo il vaccino Moderna immunizzi coloro a cui viene somministrato. Sarà necessaria una terza dose? Un eventuale ulteriore colpo di richiamo sarà annuale? Sarà destinato solo ai sanitari?

In linea generale, secondo gli esperti, il mercato dei vaccini potrebbe raggiungere 72 miliardi di dollari in tutto il mondo nel 2021. Per il 2022 si prevede un calo a 65 miliardi. L’anno successivo, addirittura, la spesa per i vaccini dovrebbe scendere a 8 miliardi.

Per mantenere un ritmo di crescita soddisfacente ed evitare il crollo negli anni a venire, Moderna deve necessariamente reinvestire in altri prodotti le entrate di quest’anno.

Moderna ha raggiunto la valutazione massima?

Storicamente parlando, nel settore biotecnologico/farmaceutico, diverse aziende hanno raggiunto un picco di valore pari a 10 volte le loro vendite future, dopo il lancio del loro farmaco rivoluzionario.

Se i dati storici dovessero valere anche per Moderna, l’azienda avrebbe già raggiunto la sua massima valutazione. Sarà difficile, dunque, per il titolo, mantenere gli attuali livelli di crescita.

Tuttavia, il management di Moderna si dichiara molto fiducioso sul fatto che la tecnologia mRNA sviluppata dal proprio brand possa funzionare anche per altre malattie infettive respiratorie, per alcune patologie infiammatorie e persino per diversi tumori.

Scommettere su un futuro non troppo imminente non porterà i trader a guadagni rapidi. Tuttavia, secondo gli esperti, gli investitori dovrebbero seguire molto da vicino tutte le sperimentazioni in atto o in programma della compagnia. D’altro canto, le Azioni Moderna hanno reso ricchi i suoi primi investitori. Quel che è certo è che, per questa società, i fondamentali avranno una valenza maggiore dei dati storici e grafici. Il covid ha annullato qualsiasi ciclicità, con risvolti sia positivi che negativi.

Altri articoli dello stesso autore:

Sommario
Moderna, capitalizzazione vicina a 100 miliardi: il titolo è rischioso?
Nome Articolo
Moderna, capitalizzazione vicina a 100 miliardi: il titolo è rischioso?
Descrizione
Azioni Moderna vicine ad una capitalizzazione di mercato di 100 miliardi di dollari: quanto è rischioso il titolo adesso? L'analisi.
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore
  •  
  •  
  •  
  •