Nei primi mesi del 2020 abbiamo assistito a forti oscillazioni sui mercati finanziari, a causa principalmente della pandemia globale covid19. Una condizione di volatilità mai vista prima, che ha portate le Borse a perdere oltre il 30% in un solo mese di trattative. Una crisi mondiale che ha avuto grosse ripercussioni sulle aziende e sugli investitori, in particolare sul mercato azionario. In questo panorama così drammatico, conviente investire in Azioni adesso? Ci sarà una ripresa del mercato nel breve termine? Vediamo quali sono le posizioni degli analisti.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Gli investimenti più sicuri nel mercato azionario nel 2020

Chiunque decida di investire in questo particolare momento economico, storico e sociale, deve tenere conto di molti elementi che potranno influenzare i mercati.

In questi mesi di crisi, il mercato valutario è piuttosto volubile e, soprattutto, volatile. I Governi di tutto il mondo sono alle prese con decisioni storiche, volte soprattutto a far ripartire l’economia. Ma finché la vera ripartenza non avverrà, le coppie valutarie si muoveranno in modo caotico e rischioso.

D’altro canto, il sentiment generale è che gli interventi delle potenze mondiali non siano sufficienti per scongiurare il crollo economico. In particolare, ciò riguarda principalmente l’Unione Europea, all’interno della quale ci sono parecchie divergenze. Europa del Nord contro Europa del Sud.

Ne deriva che, al momento, i traders si stanno rifugiando nel mercato delle materie prime e nel mercato azionario. Nel primo caso, tuttavia, i beni rifugio per eccellenza non hanno generato i guadagni previsti. Per quanto riguarda il mercato di Azioni, occorre valutare le condizioni delle aziende settore per settore.

In questa crisi, la maggior parte delle compagnie hanno subito grosse perdite, a causa dello stop alla produzione. Ma ci sono anche realtà che, al contrario, da questa pandemia hanno tratto vantaggi.

Pensiamo ad esempio ad Amazon, principale risorsa per lo shopping per milioni di persone nel mondo, costrette a rimanere all’interno della proprie abitazioni. Ma pensiamo anche alle aziende che offrono specifici servizi, come lo streaming di film. Realtà come Netflix e Disney hanno visto il prezzo in Borsa crescere costantemente, nelle ultime settimane.

Ripresa a V o ripresa a U

In linea generale, la ripresa dei mercati potrebbe seguire la stessa tendenza del virus, ma in maniera opposta. Se al picco dei contagi si è verificato il crollo finanziario, ora che il numero dei malati sta diminuendo, le Borse mondiali si stanno pian piano riprendendo.

Ne è l’esempio il mercato asiatico che, per primo, si sta lasciando il virus alle spalle, con un incipit di rirpesa economica.

Ad ogni modo, secondo la maggior parte degli analisti, sarà altamente improbabile una ripresa a V e, dunque, netta. Molto più probabile, invece, che si verifichi una cosiddetta ripresa a U che seguirà una curva più lenta.

Molto dipenderà non solo dagli aiuti economici alle imprese da parte dei Governi, ma anche da come verrà ripensata l’intera filiera produttiva.

Il nervosismo dei mercati porta i traders ad agire, al momento, soprattutto sul breve termine. Ma non bisogna perdere di vista la lunga scadenza.

Altri articoli dello stesso autore: