I mercati e il trading online hanno mostrato un comportamento bipolare dopo che Moderna e Pfizer hanno annunciato incoraggianti risultati di sperimentazione in fase avanzata per i loro vaccini, nelle ultime settimane. Entrambe le imprese hanno riferito che i loro vaccini sperimentali risultano efficaci per oltre il 90%. Ed entrambe hanno indicato i loro piani per ottenere l’autorizzazione all’uso di emergenza dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

La risposta della Borsa

Come ci si aspettava, gli investitori hanno accolto la notizia con molto clamore, spingendo gli indici a base americana a nuovi massimi. Il Dow Jones, l’S&P 500 e il Russell 2000 hanno fissato nuovi massimi di chiusura lunedì 16 novembre.  

Tuttavia, il rally è stato di breve durata, con gli ampi indici statunitensi che hanno subito cali martedì e mercoledì. Gli investitori hanno appreso di un rallentamento delle vendite al dettaglio, di un drammatico aumento dei casi di COVID-19 e dei ricoveri e i funzionari di New York City hanno chiuso le scuole nel tentativo di contenere la diffusione del virus.

Nelle ultime due settimane, le emozioni degli investitori sono rimbalzate tra l’euforia delle notizie sul vaccino COVID-19 e la disperazione causata dall’aumento record di casi positivi, passando per gli annunci di nuovi blocchi.

Guardando attentamente i fondi azionari e gli ETF dell’ultima settimana, gli investitori hanno continuato a riempire le casse dei fondi tecnologici, che hanno assorbito i flussi netti più elevati per la settimana, ma i ritardatari dall’inizio dell’anno hanno iniziato a ricevere un po’ di TLC .

Fondi azionari internazionali (+ $ 1,6 miliardi), fondi azionari (+ $ 1,1 miliardi) e fondi a piccola capitalizzazione (+ $ 752 milioni) sono passati in cima alla classifica questa settimana, mentre i fondi a grande capitalizzazione e altri fondi di settore, dominati da fondi di materie prime ed ETF, hanno fatto più fatica.

Ed ecco la rotazione

Fatta eccezione per i fondi tecnologici di settore (uno dei principali catalizzatori per chi ha scelto di investire in azioni dall’inizio dell’anno) e i fondi a grande capitalizzazione (i maggiori perdenti), si è assistito senz’altro ad una rotazione.  

I fondi di reddito internazionale e i fondi a bassa capitalizzazione sono passati dall’essere stati colpiti da alcuni dei più grandi deflussi netti dall’inizio dell’anno, fino ad essere recentemente i principali catalizzatori delle attività degli investitori. Ovviamente è troppo presto per dirlo, ma il recente cambiamento nei flussi potrebbe essere significativo.

Durante l’ultima settimana di mercato, sono continuati i flussi sbilanciati verso i fondi azionari e gli ETF, con i fondi azionari convenzionali che hanno subito rimborsi netti per 2,1 miliardi di dollari. Nel frattempo, le loro controparti ETF hanno attirato 7,0 miliardi di dollari netti.

Per quanto riguarda i fondi comuni di investimento azionari convenzionali, i trader si sono concentrati sui fondi di reddito azionario (+ $ 462 milioni) e sui fondi a bassa capitalizzazione (+ $ 131 milioni). Al contrario, i fondi a grande capitalizzazione (- $ 2,5 miliardi) hanno sofferto i maggiori rimborsi netti.

Rowe Price Blue Chip Growth Fund(TBCIX, + $ 522 milioni) e T. Rowe Price International Stock Fund(PRIUX, + $ 375 milioni) hanno assistito alla più grande estrazione individuale di nuovo denaro netto rispetto a tutti i fondi azionari convenzionali con rendicontazione settimanale.

I flussi netti stimati negli ETF azionari per la settimana sono stati distribuiti in modo piuttosto uniforme tra i macrogruppi, con gli ETF azionari internazionali (+ $ 1,8 miliardi) che hanno ottenuto il maggior prelievo, seguiti dagli ETF sulla tecnologia del settore (+ $ 1,5 miliardi) e dal settore dell’energia Gli ETF (+ $ 940 milioni).

iShares Core S&P Small-Cap ETF (IJR, + $ 671 milioni), iShares Core S&P 500 ETF (IVV, + $ 514 milioni) e Energy Select Sector SPDR ETF (XLE, + $ 462 milioni) hanno attratto le maggiori quantità di nuovo denaro netto di tutti i singoli ETF azionari.

Altri articoli dello stesso autore: