Un eventuale crollo del mercato azionario, ipotizzato da diversi analisti da inizio anno (e in parte verificatosi), potrebbe rappresentare, in realtà, un’ottima opportunità. Comprare azioni durante una crisi delle Borse include notevoli vantaggi.

In generale, più il mercato scende, più molti investitori si fanno prendere dal panico e vendono azioni di loro proprietà. Ciò può ridurre ulteriormente le scorte, alimentando ulteriori vendite. In queste situazioni, tuttavia, secondo gli esperti è meglio non seguire la folla, per alcuni specifici motivi.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

67% of investor lose money

Piattaforma: OBRInvest

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: FXPN

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

I crolli del mercato azionario non durano mai troppo a lungo

Chi fa trading online da anni sa bene che il mercato azionario è volatile. Correzioni e crash sono quasi all’ordine del giorno. La buona notizia è che, sebbene a volte queste condizioni possano essere brusche e gravi, comunque non durano mai a lungo.

Uno studio di Charles Schwab ha rilevato che, tra il 2000 e il 2019, il mercato azionario è sceso oltre il 10% ben 11 volte. Con un calo medio del 15%. Tuttavia, nello stesso periodo, per 15 anni su 20, il mercato ha chiuso l’anno con un rialzo medio del 6%. Di conseguenza, le correzioni in genere durano solo circa sei mesi.

I crolli del mercato azionario possono essere grandi opportunità di acquisto

Un altro motivo per evitare il panico durante un crollo del mercato è che, probabilmente, una situazione di questo tipo diventa una grande opportunità per investire in azioni.

La mentalità del trader vincente approccia ad una crisi pensando di poter acquistare titoli top a prezzi scontati.

Ad esempio, il NASDAQ ha subito una correzione di circa il 12% di recente, passando da 14.153 il 16 febbraio a 12.422 il 5 marzo. Durante questo periodo, alcuni titoli di fama mondiale sono scesi notevolmente.

In questo contesto, spiccano le Azioni Tesla, che hanno registrato un calo del 25%, ma anche le Azioni Zoom Video Communications, scese del 24%. E tante altre.

La maggior parte di questi stock ha recuperato il terreno perso, confermando quanto le correzioni del mercato non durino mai a lungo. Non solo, questi stessi titoli, adesso, stanno mostrando una forte predisposizione al rialzo. Con grandi possibilità di profitto per chi ha avuto l’intuizione di acquistarli al momento giusto.

L’ambiente di trading ideale per i professionisti

I crolli del mercato azionario rappresentano pane per i denti dei top trader. Per essere un top, all’investitore viene chiesta una qualità su tutte: la pazienza!

Inoltre, la frequenza dei crolli del mercato rappresenta un’occasione in più per acquisire esperienza ed imparare dagli eventuali errori del passato.

Secondo gli esperti, il modo più valido, per un trader, per proteggersi dai crolli del mercato è non investire mai soldi di cui avrà bisogno nei prossimi cinque anni circa (o anche 10 per i  più conservatori).

Un’altra cosa intelligente che il trader può fare è avere sempre a portata di mano un elenco di titoli che desidera acquistare, con il prezzo corrente indicato. A distanza di tempo, potrà rendersi conto di quanto queste risorse siano aumentate o calate, potendo individuare facilmente il momento ideale per l’acquisto.

Infine, occorre prestare sempre attenzione alla valutazione. Chi paga più del dovuto per un buon titolo, potrebbe vedere i suoi guadagni diminuire e impiegare molto tempo per recuperare.

Le Azioni Cisco Systems (NASDAQ: CSCO), ad esempio, a marzo 2000 venivano scambiate sopra $ 77 per azione. Attualmente, 21 anni dopo, il titolo vale circa $ 48 per azione. Cisco è senz’altro un’ottima compagnia, ma in alcuni momenti, come accade per tante altre società, soprattutto nel settore tecnologico, il suo titolo può venire sopravvalutato dal mercato.

Altri articoli dello stesso autore:

  •  
  •  
  •  
  •