Quando una squadra di calcio si quota in borsa è fondamentale che mantenga degli standard elevati per ottenere sempre più fiducia dagli investitori. L’andamento delle azioni di una squadra variano in base ai risultati sportivi e alle aspettative prestagionali che vengono stabilite dalla società. La parte fondamentale è sicuramente il calciomercato e la Juventus si sta muovendo meglio di tutte le squadre europee, acquistando i migliori talenti anno dopo anno.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

BROKERVANTAGGIDEPOSITO MINIMOAPERTURA CONTO
Corsi e Webinar Gratis
Indicatori Gratis
Segnali in piattaforma e via sms
Demo Gratis
250 EURO
Demo Gratis
2000+ Asset Disponibili
Spread agevolati
Piattaforma professionale
100 EURO

Il Real Madrid è l’esempio da seguire

Era l’estate del 2003, il direttore marketing del Real Madrid Jose Angel Sanchez era seduto in un ristorante sardo di fronte a Peter Kenyon e non riusciva a credere a quello che stava ascoltando. L’amministratore delegato del Manchester United era disposto a vendere David Beckham ai Blancos per un prezzo iniziale di 37 milioni di euro (24,5 milioni di sterline / 42 milioni di dollari).

Sanchez era stordito dall’eccitazione, ma la sua espressione non è mai cambiata. Si scusò educatamente dal tavolo e andò a fare una telefonata a Florentino Perez. Era sbalordito dalla valutazione di United – non di Beckham il giocatore, ma di Beckham il marchio.

Il capitano inglese era uno dei volti più famosi del pianeta. Sanchez riteneva che Beckham valesse almeno € 500 milioni (£ 451 milioni / $ 561 milioni) a Madrid con introiti commerciali.

La promessa di firmare Luis Figo da Barcellona nel 2000 aveva effettivamente conquistato Perez come presidente, mentre l’aggiunta di Zinedine Zidane l’estate seguente consentì al Real di conquistare l’Europa. Ciò che Perez e Sanchez desideravano veramente, tuttavia, era quello di conquistare il mondo commerciale; Beckham era il pezzo mancante nel puzzle.

Madrid ha fatto certamente bene, inizialmente. Hanno vinto due titoli di Liga e una Coppa dei Campioni nei primi due anni del primo mandato di Perez. Inoltre, un anno dopo l’arrivo di Beckham, Madrid aveva superato il Manchester United come il club più redditizio del pianeta; 37 milioni di euro erano davvero nulla date le circostanze.

I colpi di mercato della Vecchia Signora

Il presidente della Juventus Andrea Agnelli aveva in mente il famoso periodo del Galactico di Real quando si trattava di firmare Cristiano Ronaldo la scorsa estate. La rinascita della Vecchia Signora dal volgere del decennio era dovuta molto all’astuto lavoro svolto da Beppe Marotta nel mercato dei trasferimenti.

Personaggi come Andrea Pirlo, Paul Pogba, Sami Khedira, Fernando Llorente e Dani Alves sono stati tutti presi a contratto scaduto, mentre Arturo Vidal (12,5 milioni di euro), Carlos Tevez (9 milioni di euro), Patrice Evra (1,5 milioni di euro) e Andrea Barzagli (€ 300.000) sono stati firmati a basso costo.

Lq firma di Gonzalo Higuain del 90 milioni di euro (£ 81m / $ 101m) è stata completamente fuori dalla strategia di reclutamento, ma la Juve ha ritenuto che l’argentino fosse il comprovato capocannoniere necessario per conquistare l’Europa dopo essersi ribattezzato come la squadra dominante in Italia . La Juve è scesa poco, perdendo però la finale della Champions League 2017 contro il Real Madrid di Ronaldo. Di conseguenza, nonostante l’entusiasmo della Juve per la volontà di Ronaldo di trasferirsi a Torino nel 2018, c’è stata qualche esitazione nel pagare circa € 340m (£ 307m / $ 382m) (€ 100m di trasferimento e € 240m di salario) per un attaccante di 33 anni .

L’influenza in borsa di Cristiano Ronaldo

Ronaldo semplicemente non era un calciatore, però; lui era un marchio ancora più grande di Beckham. Agnelli ha ammesso al Financial times che era la prima volta che la squadra commerciale e quella sportiva della Juventus si riunivano per valutare costi e benefici di una firma. L’effetto che causò l’arrivo di ronaldo donò grossi benefici alla juventus, in termini commerciali e in borsa.

È improbabile che un giocatore diverso da Lionel Messi possa avere avuto lo stesso effetto sulla popolarità di un club, ma il successo del trasferimento ha convinto Agnelli dei benefici della firma di un Galactico ogni anno. Anzi, è proprio il motivo per cui la Juve ha deciso di versare nuovamente il denaro questa estate. L’età era ancora una volta una preoccupazione. Questa volta, però, non si trattava del fatto che l’obiettivo fosse troppo vecchio ma troppo giovane.

Il nuovo acquisto fa volare Juventus in borsa

Barcellona ha risposto alle richieste di salario di Mino Raiola per il diciannovenne Matthijs de Ligt. Avevano offerto al difensore lo stesso stipendio che il suo ex compagno di squadra, Frenkie de Jong, aveva accettato per passare al Camp Nou: € 9 milioni (£ 8 milioni / $ 10 milioni) a stagione. De Ligt e Raiola, però, volevano più – € 12 milioni (£ 10,8 milioni / $ 13,7 milioni) l’anno, per la precisione – e la Juve ha accettato di darlo a loro, che è principalmente il motivo per cui l’internazionale olandese è arrivato a Torino.

Un acquisto così importante ha un influenza immediata sul mercato ed è consigliato quindi investire sulle azioni Juventus FC in questa fase di mercato.

La presenza di Ronaldo e i poteri di persuasione erano importanti. E questo è un altro motivo per cui Agnelli considerava il portoghese degno di un investimento così colossale. Chi non sarebbe tentato dall’opportunità di giocare al fianco del cinque volte vincitore del Pallone d’Oro? La sua semplice presenza a Torino è una brillante raccomandazione della Juve come club, la più potente dimostrazione possibile del desiderio della Vecchia Signora di fare tutto il necessario per vincere – e vincere alla grande.

Juventus più attraente di Barcellona e PSG

Vincere la concorrenza di Barcellona e Parigi Saint-Germain per far firmare De Ligt è solo un’ulteriore prova di questa ambizione. Come ha sottolineato la Gazzetta dello Sport all’inizio di questa settimana, Agnelli sta costruendo una Juventus stellare,costruita a immagine dei Galacticos di Perez. Vale la pena ricordare che mentre il Real brillò per due stagioni consecutive, quando arrivò Beckahm, il trend cambiò.

Ha alzato un solo trofeo durante i suoi quattro anni di permanenza e il titolo della Liga è arrivato proprio alla fine, quando Perez si era già dimesso, ammettendo che il progetto era stato un fallimento. Il Real supremo aveva completamente trascurato il lato difensivo del gioco, il più memorabile sottovalutando l’importanza del cavallo di battaglia del centrocampista Claude Makelele.

La decisione di scartare il francese dal Chelsea, tuttavia, è ricordata come il catalizzatore per il crollo della prima era Galactico a Madrid. Ovviamente, la Juve è intenta ad evitare una tale negligenza, cosa che non sorprende per un club il cui successo – dentro e fuori dal campo – è stato costruito su solide basi.

La strategia per mantenere la Juventus sempre a rialzo

Mentre sperano ancora di rinforzare il loro attacco con Mauro Icardi e Federico Chiesa prima della chiusura della finestra di trasferimento e il centrocampo è già stato sostenuto da due trasferimenti tipicamente intelligenti gratuiti ad Aaron Ramsey e Adrien Rabiot, i € 75 milioni (£ 68m / $ 84 m) la firma di De Ligt è la prova della decisione della Vecchia Signora di ringiovanire la sua volta una grande linea di fondo.

Come ha spiegato Agnelli l’anno scorso, i giorni migliori di Ronaldo potrebbero essere alle sue spalle, ma la sua firma avrebbe aiutato la Juve a firmare le stelle del futuro. In sostanza, la Juve sta cercando di raggiungere un perfetto equilibrio tra giovani e vecchi, attacco e difesa, successo sportivo e commerciale. È l’unico modo per assicurare che i Galacticos di Agnelli durino più a lungo di quelli di Perez.

Altri articoli dello stesso autore:

Condividi l'articolo con i tuoi amici
error