La famosa app statunitense di trading online ha ufficialmente presentato un’offerta pubblica iniziale. L’IPO Robinhood è una delle più attese nei prossimi mesi, in particolare per quei trader che, strategicamente, optano per investire in azioni sfruttando i guadagni dei titoli al loro esordio in Borsa. Tuttavia, nei documenti pubblici presentati assieme alla richiesta, emerge un grande fattore di rischio per la società: niente meno che Dogecoin.

Nel dettaglio, il trading dell’asset meme dogecoin (DOGE/USD) è stato specificamente definito come un “fattore di rischio” per i potenziali investitori, nel deposito normativo di Robinhood. La società prevede di quotarsi sul NASDAQ, con il ticker “HOOD”.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

68% of investor lose money

Piattaforma: Plus500

Deposito: 100$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

72% of investor lose money

Piattaforma: IQ Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

73% of investor lose money

Robinhood, le criptovalute spingono e frenano l’azienda

Le criptovalute sono un business relativamente nuovo per Robinhood che, però, è cresciuto notevolmente in popolarità. La piattaforma di trading, che si auto definisce un investimento democratizzante, ha dichiarato che il 17% dei suoi ricavi nei primi tre mesi del 2021 hanno avuto origine da transazioni sulle criptovalute, rispetto al solo 4% del quarto trimestre del 2020.

In questo ambito, la tendenza più forte è stata quella investire in Dogecoin. Il rally di DOGE, guidato dalla spinta dei trader al dettaglio che frequentano i forum delle app di trading online come Robinhood, ha sostenuto sia l’azienda che tutto il settore delle monete digitali. In poco tempo, Dogecoin è diventata la sesta crypto per capitalizzazione di mercato.

Tuttavia, il token meme è nato per gioco. Ciò significa che, alle spalle, non ha una solida base come quella di Bitcoin o Ethereum. Di conseguenza, quello sulla coppia DOGE/USD rimane un investimento rischioso, nonché un neo che i regolatori andranno ad ispezionare prima di dare il via libera all’IPO Robinhood.

Robinhood Markets Inc in termini di valutazione

Robinhood punta a una valutazione di almeno 40 miliardi di dollari per la sua offerta pubblica iniziale.

In un documento normativo relativo alla sua performance finanziaria, Robinhood ha affermato che i ricavi sono più che triplicati nel 2020, arrivando a $ 959 milioni da $ 278 milioni nel 2019. E che la crescita è continuata nel primo trimestre di quest’anno.

Nel dettaglio, la piattaforma ha raggiunto 31 milioni di clienti. Nei primi tre mesi del 2021, la compagnia ha fatturato $ 522 milioni, registrando un aumento del 309% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Il prospetto per l’IPO di Robinhood arriva il giorno dopo una tosta sanzione che il regolatore statunitense Finra ha imposto all’azienda. In particolare, la società dovrà pagare una multa di 70 milioni di dollari, a causa di diversi problemi tecnici della piattaforma che, in un periodo di alta volatilità, hanno danneggiato diversi utenti.

La valutazione dell’IPO sarà di particolare importanza per gli investitori che hanno acquistato titoli convertibili emessi a febbraio. Tali titoli si convertiranno in azioni con uno sconto di almeno il 30% sul prezzo di offerta. Per gli azionisti più datati, la conversione è limitata a una valutazione di circa 30 miliardi di dollari. Ciò significa che più alto sarà il prezzo dell’IPO, sopra i 43 miliardi di dollari, maggiore sarà il ritorno dell’essere venuto in aiuto della società.

 

 

Altri articoli dello stesso autore:

Il nostro voto
Sommario
IPO Robinhood, Dogecoin è uno dei maggiori fattori di rischio
Nome Articolo
IPO Robinhood, Dogecoin è uno dei maggiori fattori di rischio
Descrizione
L'IPO Robinhood è una delle più attese per il trading online del 2021; prima del via libera, però, si valutano i fattori di rischio: eccoli.
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore