Quando si tratta di investire in azioni, Warren Buffet, CEO di Berkshire Hathaway (NYSE: BRK.A) (NYSE: BRK.B) e genio finanziario conosciuto in tutto il mondo, viene spesso preso a riferimento dai trader. Gli investitori di azioni growth potrebbero meravigliarsi dei recenti rendimenti di Cathie Wood, ma è ancora su Buffett che punta la maggior parte degli operatori di Wall Street.

Una delle caratteristiche più sorprendenti di Buffet come investitore è che il ricco imprenditore ottiene la gran parte dei suoi guadagni in Borsa senza molta diversificazione. Buffet ha sempre creduto che la diversificazione sia necessaria solo se non sai cosa stai facendo.

Dopo decenni di ricerche in ambito finanziario, Buffett e i suoi analisti hanno ridotto il loro interesse a tre settori. Alla fine di Marzo, i seguenti tre settori costituivano l’82% del portafoglio di investimenti di $ 291 miliardi di Berkshire Hathaway.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

67% of investor lose money

Piattaforma: OBRInvest

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: FXPN

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Information Technology: 38,83%

Sono principalmente due gli aspetti interessanti del portafoglio di Buffett con una ponderazione di quasi il 39% per i titoli tecnologici. Il primo è che Buffett, storicamente, non è mai stato un grande fan della tecnologia. Ma soprattutto, solo due azioni tecnologiche costituiscono l’intera ponderazione del 38,83%.

Nello specifico, si tratta delle Azioni Apple (NASDAQ: AAPL), la più grande società quotata in borsa negli Stati Uniti, e delle Azioni Snowflake (NYSE: SNOW), che è di gran lunga la società in più rapida crescita di proprietà di Buffett. Naturalmente, c’è un’enorme disparità di ponderazione tra i due titoli.

La posizione in Snowflake, che è stata aperta a settembre 2020, equivale a soli $ 1,45 miliardi. La posizione su Apple valeva $ 111,6 miliardi lo scorso fine settimana.

Finanza: 31,21%

Se non fosse per la pandemia di coronavirus che ha spezzato le azioni bancarie – e che ha costretto Buffett a ridurre in modo significativo i suoi investimenti sulle azioni Wells Fargo (NYSE: WFC), il settore finanziario rappresenterebbe, probabilmente, la più grande ponderazione del portafoglio dell’investitore americano. In totale, Berkshire Hathaway detiene 14 titoli del settore finanziario. Questi rappresentano quasi $ 91 miliardi dei $ 291 miliardi di investimenti della società.

Con un valore di mercato di $ 40,8 miliardi, le Azioni Bank of America (NYSE: BAC) rappresentano la più grande partecipazione del settore finanziario per Buffett.

Il motivo per cui l’Oracolo di Omaha ama le azioni bancarie è semplice: sono macchine da soldi quando l’economia è in espansione. Sebbene le recessioni siano inevitabili, tendono a durare solo mesi. In confronto, le espansioni economiche di solito durano anni o ben oltre un decennio, come è avvenuto per l’ultima espansione (2009-2020). Buffett è più che disposto a navigare attraverso depressioni a breve termine per sfruttare i venti favorevoli a lungo termine di un’economia in espansione.

Tuttavia, c’è una cosa che Buffett non tollera: un team di gestione di cui non può fidarsi. Le controversie che hanno coinvolto Wells Fargo tra il 2009 e il 2016 hanno contribuito a far sì che Buffet si sbarazzasse del titolo. In passato, Berkshire Hathway aveva una quota di quasi 480 milioni di azioni in Wells Fargo. Ora ne possiede solo 52,4 milioni, che potrebbero diminuire ulteriormente nel 2021.

Beni di prima necessità: 12,13%

Infine, Warren Buffett e il suo team hanno investito più di 35 miliardi di dollari in cinque azioni di beni di prima necessità.

Se c’è un tema comune tra le partecipazioni di Buffett in questo settore è che la pazienza paga. Le azioni Coca-Cola (NYSE: KO) fanno la parte del leone in questo contesto, con un valore di mercato di 21 miliardi di dollari. Si tratta della holding più longeva di Berkshire Hathaway, ben 33 anni.

Il fascino dei beni di consumo di prima necessità è che gli investitori sanno esattamente cosa aspettarsi. Queste aziende, generalmente, hanno entrate e flussi di cassa altamente prevedibili. Il che le rende ottimi candidati per pagare un rendimento da dividendo superiore alla media. Non è un segreto che Warren Buffett prediliga ami particolarmente i dividendi alti e costanti.

Tra i tre citati, questo è il settore che, tuttavia, potrebbe perdere l’interesse dell’investitore, più interessato, ultimamente, ad assumersi rischi maggiori e inseguire aziende in rapida crescita.

Altri articoli dello stesso autore: