Lo yuan cinese è sceso al minimo di 11 anni rispetto al dollaro giovedì a causa delle preoccupazioni per un rallentamento economico, spingendo le banche statali cinesi a sostenere la valuta nel mercato a termine. La caduta dello yuan, combinata con il calo delle azioni di Hong Kong a causa delle preoccupazioni per le proteste in città, ha spinto in basso i dollari antipodi e ha aumentato lo yen contro le principali croci nei cosiddetti trade off-risk.

Le valute orientali in grande difficoltà

Altre valute sono state bloccate in strette gamme in prossimità al discorso del presidente della Federal Reserve degli Stati Uniti Jerome Powell a Jackson Hole di venerdì, che verrà attentamente esaminato dopo che un’inversione nella curva dei rendimenti del tesoro ha messo in evidenza il rischio di una recessione negli Stati Uniti. Le aspettative di ulteriori riduzioni dei tassi sono elevate e le richieste del presidente degli Stati Uniti Donald Trump per un allentamento monetario aggressivo potrebbero frenare la Fed.

Yukio Ishizuki, stratega dei cambi presso Daiwa Securities a Tokyo ha affermato che alcuni investitori come i consulenti del commercio di materie prime hanno collegato la tendenza al ribasso dello yuan e delle azioni cinesi alla vendita di yen incrociati. Nell’ultima riunione della Fed a luglio, la banca centrale statunitense ha tagliato i tassi di interesse per la prima volta in un decennio al 2,00-2,25%. La Fed si riunirà successivamente dal 17 al 18 settembre.

Nel commercio onshore, lo yuan è sceso a 7,0752 per dollaro, il più debole da marzo 2008, prima di recuperare leggermente a 7,0732. Nel commercio offshore il dollaro è salito dello 0,29% a 7,0872 yuan. Le principali banche statali cinesi sono state viste sostenere lo yuan ricevendo swap dollaro / yuan, in bade a quanto hanno riferito i trader a Reuters. Mercoledì il Fondo monetario internazionale ha messo in guardia i governi dal tentativo di indebolire le loro valute attraverso un allentamento monetario o un intervento sul mercato.

La guerra commerciale USA-Cina influisce sul mercato

Ciò potrebbe porre un’attenzione indesiderata sullo yuan dopo che il Tesoro degli Stati Uniti ha dichiarato la Cina un manipolatore di valuta in un’escalation della guerra commerciale USA-Cina. La Cina è anche sotto i riflettori poiché una serie di proteste a Hong Kong che chiedono maggiori libertà democratiche sono diventate la più grande sfida al dominio cinese della città da quando è tornata dal dominio coloniale britannico nel 1997. Il dollaro è rimasto stabile a 106,43 yen dopo un guadagno dello 0,36% mercoledì, il più grande dal 13 agosto.

Contro il franco svizzero, il dollaro è stato scambiato a 0,9828, vicino a un massimo di due settimane di 0,9831. Il dollaro australiano è sceso dello 0,32% a $ 0,6761 ed è diminuito dello 0,47% a 71,95 yen. Il dollaro neozelandese è sceso a $ 0,6372, il più basso da gennaio 2016, e si è ridotto dello 0,66% a 67,84 yen. I verbali dell’ultimo incontro della Fed pubblicato mercoledì hanno mostrato che i politici erano profondamente divisi sull’opportunità di tagliare i tassi di interesse, ma erano uniti nel voler segnalare che non erano in un percorso prestabilito per ulteriori tagli.

È il momento di investire sulle valute

Benchmark dei rendimenti dei Treasury a 10 anni ha guadagnato, ma i futures sui tassi di interesse stanno scontando una probabilità del 100% di un taglio dei tassi della Fed nella riunione di settembre, una probabilità del 75% di un ulteriore taglio ad ottobre e una probabilità del 48% di un altro tagliato a dicembre, mostra lo strumento FedWatch del CME. La Fed e altre banche centrali stanno riducendo i tassi di interesse per contenere un rallentamento economico globale causato da una prolungata guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina. La sterlina ha scambiato un po’ più basso a 0,91 per euro, in rotta per il suo secondo giorno di perdite, poiché l’incertezza sul divorzio della Gran Bretagna dall’Unione europea ha pesato sulla sterlina. Contro il dollaro, la sterlina è stata leggermente modificata a $ 1,2127.

Il prezzo molto basso delle valute contro il dollaro offre molte possibilità di investimenti sul forex. Il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato mercoledì che non ci sarà alcuna rinegoziazione dei termini per l’uscita della Gran Bretagna dall’UE. Il primo ministro britannico Boris Johnson dovrebbe incontrare Macron a Parigi giovedì

Altri articoli dello stesso autore:

Piattaforma: 24option

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐
Recensione

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Plus500

Deposito: 100$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐
Recensione

*Terms and conditions apply

Condividi l'articolo con i tuoi amici
error

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.