Gli indici azionari mondiali si stanno avvicinando ad un picco di cinque mesi, mentre il dollaro è in calo, durante questo lunedì di mercato. Gli esperti di trading online segnalano che gli investitori scommettono che la stagione degli utili vedrà la maggior parte delle aziende battere le previsioni, dal momento che le aspettative sono state abbassate dai nuovi contagi di coronavirus negli USA e nel mondo.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Focus sui dati finanziari

La stagione degli utili negli Stati Uniti inizierà questa settimana con le pubblicazioni dei bilanci delle principali banche di Wall Street: JPMorgan, Citigroup e Wells Fargo comunicheranno i propri dati nella giornata di martedì. Secondo i dati di Refinitiv, per i tre colossi finanziari si prevede il secondo calo trimestrale dei profitti più ampio dal 1968.

L’indice MSCI delle azioni Asia-Pacifico, escluso il Giappone, ha registrato un aumento dello 0,8%, mentre le azioni cinesi sono in salita del 2,1%. Il Nikkei giapponese ha guadagnato il 2,2% e la Corea del Sud l’1,7%.

L’ottimismo continua anche in Europa, dove la produzione industriale è aumentata dell’1%. Tuttavia, nella giornata di venerdì, gli Stati Uniti hanno imposto dazi addizionali del 25% sui beni di lusso francesi, per un valore di $ 1,3 miliardi, in risposta alla tassa francese sui servizi digitali USA.

L’indice mondiale All-Country MSCI ha sfiorato timidamente i massimi del 26 febbraio. I futures E-Mini per l’S&P 500 hanno registrato un aumento dello 0,5% nonostante i nuovi casi record di COVID-19 negli Stati Uniti nel fine settimana.

Per quanto riguarda i mercati, le tristi notizie sul numero record di infezioni COVID-19 negli Stati Uniti continuano a essere sommariamente ignorate a favore del costante ottimismo per quanto riguarda la linea temporale per la scoperta e il rapido lancio di un vaccino efficace. I trader mostrano fiducia anche per un maggiore sostegno politico ai prezzi delle attività e all’economia statunitense e globale.

Il mercato valutario e le materie prime

La ripresa del rischio ha visto il dollaro USA scendere dello 0,2% rispetto a un paniere di valute importanti, raggiungendo tre settimane consecutive di perdite.

L’euro, nel frattempo, è salito dello 0,2% a $ 1,132, mantenendo una lenta tendenza al rialzo dalla fine del mese scorso. Incombe il vertice UE fissato per il 17-18 luglio, in cui i leader dovranno colmare le lacune in termini di bilancio a lungo termine e sui piani di stimolo economico.

I tassi super bassi hanno rappresentato a loro volta un vantaggio per l’oro, che ha toccato un massimo di quasi nove anni, dopo cinque settimane consecutive di guadagni. Il metallo prezioso viene attualmente scambiato a $ 1,807 l’oncia, appena fuori dal record di $ 1,817,17.

Per i traders interessati a comprare e investire sul Petrolio, la mattinata registra un ribasso dopo i primi scambi. Tuttavia, venerdì il prezzo del Petrolio aveva segnato un brusco aumento, dopo che l’Agenzia internazionale dell’energia (AIE) ha aumentato le previsioni della domanda per il 2020.

I future sul greggio del Brent sono scesi di 49 centesimi, ora a $ 42,75 al barile, mentre il greggio statunitense WTI ha perso 52 centesimi, tornando a quota $ 40,03.

Altri articoli dello stesso autore: