Il dollaro è sceso venerdì dopo che le banche centrali in Svizzera e nel Regno Unito si sono astenute dal seguire la Federal Reserve in termini di riduzione dei tassi e gli appetiti per il rischio sono diminuiti con cautela riguardo ai colloqui commerciali tra Cina e Stati Uniti. Sterling ha raggiunto un massimo di due mesi di $ 1,2566 contro il biglietto verde, dopo che il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha dichiarato di ritenere che Bruxelles potesse raggiungere un accordo con la Gran Bretagna per lasciare l’Unione europea.

Le valute oceaniche scendono

Giovedì, la Banca nazionale svizzera, la Banca d’Inghilterra e la Banca del Giappone hanno lasciato invariate le loro politiche. Le loro valute sono aumentate, con lo yen giapponese e il franco svizzero che hanno entrambi guadagnato quasi lo 0,2%, supportati da acquisti sicuri. Quello che si sta osservando sta producendo divergenze tra le banche centrali, ha affermato Chris Weston, responsabile della ricerca presso il gruppo Pepperstone a Melbourne. I dollari australiani e neozelandesi hanno languito intorno ai minimi di due settimane a seguito della serie di dati soft di giovedì, in particolare un aumento della disoccupazione australiana che ha spinto la corsa ai prezzi per i nuovi tagli dei tassi per ottobre.

Venerdì il dollaro australiano è salito a circa $ 0,6799, che è vicino al suo minimo dal 4 settembre, mentre il dollaro neozelandese ha toccato $ 0,6285, il più debole dal 3 settembre. I dollari australiani e neozelandesi sono stati sulla buona strada per le loro diapositive settimanali più ripide in quasi un mese, poiché ognuna ha ceduto oltre l’1%. Venerdì, gli economisti di Citi si sono uniti alle principali banche australiane nel prevedere un taglio dei tassi di ottobre.

Nonostante il prezzo favorevole i trader attendono

Il dollaro ha dato terreno allo yen, acquistando 107,85 e al franco svizzero a 0,9910 per dollaro. Contro un paniere di valute, il dollaro è sceso a 92.223. Lo yuan cinese si è attestato a 7,0843 per dollaro dopo che un assetto di un tasso di interesse di riferimento in Cina era più piccolo e meno accomodante di quanto si aspettassero alcuni attori del mercato. Gli investitori sono anche concentrati sui colloqui commerciali tra Stati Uniti e Cina a Washington, volti a gettare le basi per discussioni di alto livello il prossimo mese.

Tuttavia, molti trader sono cauti e attendono migliori punti di entrata per investire nel forex. Sono emersi pochi segni di progresso e con un ampio divario tra le due parti rimanenti, la questione pesa sul recente umore a rischio.

Altri articoli dello stesso autore:

Piattaforma: 24option

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

Recensione

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Plus500

Deposito: 100$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

Recensione

*Terms and conditions apply

Condividi l'articolo con i tuoi amici
error

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.