La giornata di oggi si apre incredibilmente positivamente per chi ha deciso di investire sulla borsa italiana, che riesce a riprendersi dopo le ultime due settimane disastrose.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

BROKER VANTAGGI DEPOSITO MINIMO APERTURA CONTO
Corsi e Webinar Gratis
Indicatori Gratis
Segnali in piattaforma e via sms
Demo Gratis
250 EURO
Demo Gratis
2000+ Asset Disponibili
Spread agevolati
Piattaforma professionale
100 EURO

Finalmente banche italiane in rialzo

Il Mib40 guadagna infatti oggi oltre l’1,5% grazie alla risalita delle banche, dove Unicredit, Intesa Sanpaolo e Bpm riprendono oltre il 2,5%.

L’indice italiano supera ancora una volta i 20,000 usd, riportandosi al valore precedente alle elezioni e alle scelte di Trump sui dazi doganali, preparandosi così al meglio al nuovo assetto europeo.

Tutto questo è stato possibile grazie al calo dello spread da 290 di venerdì ai 270 di oggi, riprendendo così la fiducia degli speculatori e dei finanziatori.

Bene anche i titoli del momento come Juventus

Aumentano invece le quote delle azioni Juventus, che si riportano al valore precedente alla finale di Champions League, probabilmente grazie alle voci che riavvicinano il Ct Guardiola alla squadra torinese.

Per quanto riguarda Enel invece, dopo una piccola flessione, ha ripreso il suo piano di investimenti all’estero, soprattutto nel Nord America dove ha inserito un nuovo responsabile storico per la compagnia, Enrico Viale, aumentando così ancora una volta la fiducia dei suoi investitori.

Da tenere in considerazione fino a fine giugno invece sono le Poste Italiane, che dopo aver annunciato al termine del 2018, di aver raggiunto e consolidato l’obiettivo prefissato, farà il consueto stacco cedola che darà un’indicazione molto chiara di come andrà il secondo semestre.

A convincere è inoltre sicuramente Unipol, che ha strutturato una chiara strategia che ha come obiettivo il raggiungimento nel 2021 di 600 milioni di cedole da distribuire.

Azimut apre ancora una volta in salita, rafforzando così sempre di più la sua situazione.

Il titolo infatti ha ufficializzato oggi i suoi ricavi all’estero dello scorso anno, che sono oltre i 120 milioni di eur, che sommati a quelli in Italia, superano di gran lunga gli introiti del 2017.

Ferrari oggi, differentemente da tutti gli altri titoli italiani, apre in leggera flessione, nonostante la notizia di ieri che ha riportato il raddoppio del suo valore rispetto a Renault.

Come abbiamo anticipato nei giorni precedenti, le incredibili possibilità che ha offerto il nostro mercato particolarmente in discesa, si sono sviluppate nella giornata di oggi, in attesa dello sviluppo nel parlamento europeo che potrà definire meglio la situazione delle banche.

Consigliamo oggi di intervenire sulle azioni bancarie, perchè potrebbero tutte offrire dei ribassi nella giornata di domani, con l’aumento probabile dello spread.

È probabile che questa situazione non continuerà anche nella giornata di domani e quindi consigliamo l’attesa dell’apertura di domani, per poi vendere sul breve termine.

Altri articoli dello stesso autore:

Condividi l'articolo con i tuoi amici
error
Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.