Le più grandi case automobilistiche del mondo sono state duramente colpite dalla pandemia globale di coronavirus, con danni importanti anche per chi ha scelto di investire in azioni in questo settore. L’epidemia di COVID-19 ha letteralmente distrutto la domanda. Lo shock inaspettato ha costretto molti produttori a tagliare i costi, sospendere dividendi e rivedere le previsioni sugli utili.

Durante l’ultimo ciclo di trimestrali, tuttavia, è emerso che alcune case automobilistiche si stanno riprendendo più rapidamente rispetto ad altre, sulla scia della ripresa dell’economia globale. In questo contesto, gli analisti si stanno concentrando nel capire la situazione delle due maggiori case automobilistiche statunitensi. Dopo i loro ultimi rapporti sugli utili, tra General Motors (NYSE: GM) e Ford (NYSE: F), quale titolo è l’acquisto migliore per i trader?

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

General Motors, inversione di tendenza in atto

La casa automobilistica di Detroit ha riferito, la scorsa settimana, che il suo reddito netto è aumentato del 74%, rispetto allo stesso trimestre del 2019. L’utile per azione rettificato della società è stato di $ 2,83 nel trimestre, battendo una stima del consenso degli analisti per $ 1,45 per azione. Un dato nettamente migliore rispetto al secondo trimestre, quando GM ha pubblicato la sua prima perdita in più di un decennio.

L’inversione di tendenza è stata abbastanza forte per l’amministratore delegato Mary Barra, tanto da annunciare la ripresa dell’emissione dei dividendi entro la metà del 2021. I pagamenti erano stati sospesi ad Aprile.

Il segmento che sta spingendo GM è rappresentato dai grandi pick-up riprogettati, assieme al piano di ristrutturazione di Barra. Anche l’attività in Cina ha mostrato segni di ripresa dopo un calo di due anni. Le vendite di GM in Cina, il più grande mercato automobilistico del mondo, sono aumentate del 12% durante l’ultimo trimestre, riprendendosi da un costante calo negli ultimi anni.

Grazie all’attuale aumento della domanda, il rialzo delle Azioni General Motors sta superando quello dei concorrenti. Dal minimo di marzo, il titolo è più che raddoppiato ed è attualmente scambiato a $ 38,96 dopo la chiusura di ieri in salita del 3,98%.

Il rally delle azioni GM ha guadagnato slancio il mese scorso, dopo che la casa automobilistica ha rivelato il suo nuovo GMC Hummer EV. Contemporaneamente, l’azienda ha annunciato un investimento di oltre 2 miliardi di dollari nel segmento dei veicoli elettrici.

L’insieme di tutti questi elementi dimostra che la società è in una posizione migliore per affrontare il più grande big del settore, Tesla (NASDAQ: TSLA), che ha un ampio vantaggio nel mercato delle auto elettriche.

Ford, grandi guadagni a sorpresa

Come GM, anche le vendite Ford hanno mostrato forti guadagni nel terzo trimestre, superando le aspettative degli analisti. La crescente domanda di pick-up ha aiutato Ford a registrare un profitto di $ 0,65 rettificato per azione. Ben al di sopra delle previsioni di consenso degli analisti di $ 0,19 cent.

L’aumento degli utili in Nord America ha consentito all’azienda di rivedere al rialzo le previsioni per l’intero anno, passando dalla perdita al profitto.

Prima della recessione provocata dalla pandemia, Ford stava cercando di reinventarsi. Dopo molti anni di vendite in aumento, supportate dalla robusta economia globale e dal forte interesse dei consumatori, la casa automobilistica ha dovuto affrontare forti venti contrari, principalmente a causa del rallentamento della domanda di berline. L’anno scorso, il suo reddito netto è diminuito di oltre il 50%.

Per superare queste sfide, Ford ha deciso di uscire dall’arena automobilistica delle berline e concentrarsi invece su SUV e camion negli Stati Uniti. Questi sforzi, insieme a una revisione della gestione che ha portato Jim Farley al timone della compagnia, sembrano aver aiutato Ford a far fronte all’attuale contesto pandemico.

Dopo essere scese a $ 3,96 durante il crollo del mercato di marzo, le Azioni Ford sono ora scambiate a $ 8,20 alla chiusura di ieri.

Gli esperti di Wall Street, tuttavia, rimangono cauti. Dei 24 analisti totali che coprono il Titolo Ford, solo quattro hanno un rating di acquisto sulle azioni, con un obiettivo di prezzo medio su 12 mesi di $ 8,79.

Conclusioni

Nel complesso, GM ha generalmente sovraperformato Ford negli ultimi anni, registrando margini di profitto più forti soprattutto in Nord America. Qui i grandi camioncini e i veicoli sportivi forniscono la maggior parte del profitto globale ad entrambe le società.

GM ha anche beneficiato dell’uscita da mercati esteri non redditizi – ancora un’area problematica per Ford – pur rimanendo in crescita in Cina, nonostante le pressioni sui prezzi e un calo delle vendite.

Secondo il parere di gran parte degli esperti del settore, l’ultimo rapporto sugli utili di Ford, nonostante i dati positivi, non rende il titolo un acquisto. La svolta è ancora incerta, soprattutto perché l’azienda deve ancora risolvere molte delle sue sfide di lunga data.

Di conseguenza, per gli investitori interessati a prendere una posizione nei tradizionali titoli automobilistici, il titolo GM rimane favorito.

Altri articoli dello stesso autore: