Il periodo che precede le elezioni statunitensi del 3 novembre sta guidando la volatilità nel Forex. Il risultato potrebbe avere un impatto su diverse valute oltre al dollaro USA. Analisti e trader del settore stanno esaminando da tempo che tipo di effetto il voto sta avendo e avrà sulle valute dei mercati emergenti e sul biglietto verde, nell’ottica di prevedere cosa accadrà la prossima settimana.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Le valute dei mercati emergenti puntano su Biden

Gli ultimi sondaggi mostrano il candidato presidenziale democratico Joe Biden in testa, con la possibilità che i democratici prendano la maggioranza dei seggi al Senato. Ciò ha spinto gli esperti di trading online in ambito valutario a valutare l’impatto che un cambio di amministrazione porterebbe su questo mercato.

Il won sudcoreano e il peso messicano hanno guadagnato oltre il 4% rispetto al dollaro USA dal 1 ° settembre. Lo yuan cinese è salito del 3% raggiungendo il massimo di due anni.

Gli analisti di TD Securities hanno dichiarato, nelle loro recenti previsioni, che probabilmente le tensioni commerciali e geopolitiche rimarranno anche sotto Biden. Tuttavia, potrebbero assumere una forma diversa, caratterizzata da un approccio più multilaterale e meno transazionale.

Sempre dal 1° Settembre, la lira turca è diminuita dell’11 per cento rispetto al dollaro USA, dopo essere scesa del 28% dall’inizio dell’anno. La Turchia ha ridotto le proprie riserve di valuta estera durante la pandemia Covid-19, indebolendo la valuta. Se vincerà le elezioni, Biden dovrebbe assumere una posizione più dura su Turchia e Russia rispetto a Trump, esercitando pressioni sulle rispettive valute. Il rublo russo è diminuito in modo analogo del 22% dall’inizio dell’anno.

In linea generale, gli analisti ritengono che, se Biden vincesse le elezioni, le valute dei mercati emergenti (EM) probabilmente si apprezzeranno. Se Trump verrà rieletto, le prospettive per il forex sono più contrastanti.

Inoltre, una divisione tra la leadership della Casa Bianca e il Congresso si tradurrebbe in un minore stimolo fiscale. È probabile che un’onda blu introduca un approccio più multilaterale alla politica statunitense, traducendosi in un più forte stimolo statunitense. Ciò farà da sostegno agli asset dei mercati emergenti.

Un’onda rossa sarebbe più negativa per gli asset dei mercati emergenti, stimolando un dollaro più forte.

Previsioni forex USD: il biglietto verde rimarrà sotto pressione?

L’indice del dollaro USA (DXY), che misura il dollaro rispetto a un paniere di valute globali, è in calo dal selloff del mercato finanziario di marzo. Il DXY è sceso di oltre il 9% dal massimo al minimo di due anni di 92,14 alla fine di agosto. Da allora è stato scambiato tra 93 e 94.

Gli investitori, inizialmente, si sono riversati sulla valuta di riserva globale come rifugio sicuro. Tuttavia, il continuo stimolo fiscale per sostenere l’economia degli Stati Uniti durante la pandemia Covid-19, compresi i tassi di interesse ai minimi storici, ha contribuito ad abbassare il valore del dollaro.

Nel complesso, a prescindere dal risultato delle elezioni, gli analisti prevedono un dollaro sotto pressione ancora per diverso tempo.

Citibank ha una previsione forex dell’USD a breve termine di 94,13 per i prossimi tre mesi, una previsione da sei a 12 mesi di 90,91 e una previsione a lungo termine di 88,13, che sarebbe il livello più basso per il DXY dall’inizio del 2014.

Tuttavia, è possibile che i mercati stiano scontando un’ondata democratica, ma che il dollaro sia destinato a salire fino al 3% immediatamente se i sondaggi ri rivelassero sbagliati e il presidente Donald Trump verrà rieletto.

Altri articoli dello stesso autore: