A giugno, Facebook ha rivelato i piani per Libra, una criptovaluta che spera possa sconvolgere il settore dei pagamenti globali online. Facebook afferma che non controllerà Libra, e che le decisioni chiave saranno nelle mani dell’Associazione Libra, un gruppo registrato in Svizzera con un massimo di 100 membri, ciascuno con uguale potere di voto. Nessuna singola organizzazione può, o dovrebbe, essere l’unica responsabile per Libra, secondo quanto dichiarato da David Marcus, il dirigente di Facebook che guida il progetto, al comitato bancario del Senato degli Stati Uniti a luglio. 

Ritenendo che un approccio cooperativo sia giustificato e necessario, si sta lavorando per sviluppare l’Associazione Libra: un’organizzazione indipendente basata sull’appartenenza. Come uno dei tanti membri, il ruolo di Facebook nella gestione dell’associazione sarà uguale a quello dei suoi colleghi, e ha continuato Marcus, che Facebook avrà un solo voto e non sarà in grado di controllare l’organizzazione completamente indipendente.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: 24option

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Plus500

Deposito: 100$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Libra e l’analisi di WIRED

Ma un’analisi di WIRED rileva che 15 dei 27 membri fondatori dell’Associazione sono direttamente o indirettamente legati a Facebook. Il totale comprende membri che impiegano ex dirigenti di Facebook, membri le cui commissioni comprendono membri del consiglio di Facebook e numerosi legami con investitori comuni.

Il CEO di Facebook Mark Zuckerberg è uno dei due direttori di Breakthrough Initiatives, un altro membro della Libra Association. L’altro regista è Yuri Milner, l’investitore tecnologico nato in Russia, che ha fondato Breakthrough nel 2015 per supportare l’esplorazione dello spazio e la ricerca di vita extraterrestre. DST Global di Milner è stato uno dei primi investitori in Facebook. DST è un investitore di altri quattro membri dell’Associazione ed è esso stesso di proprietà di Naspers, che possiede anche PayU, un altro membro della Libra.

Libra: tra associazione e club

I numerosi legami tra i membri dell’Associazione Libra con Facebook sollevano interrogativi su potenziali conflitti di interesse e l’affermazione di Facebook che non controllerà Libra.  Daniel Tischer, docente alla School of Management dell’Università di Bristol nel Regno Unito, afferma che Libra assomiglia meno a un’associazione di pari e piuttosto a un club gestito da élite interconnesse affini, interessate al potere e al profitto.

Primavera De Filippi, autore di un libro sulla tecnologia blockchain, afferma che l’Associazione Libra crea una facciata di decentralizzazione, in modo che nessuna singola azienda possa essere ritenuta responsabile della gestione del sistema. In pratica, afferma che la probabilità di collusione è piuttosto elevata e i vari membri dell’associazione saranno probabilmente tentati di agire in modo coordinato al fine di massimizzare i loro profitti.

L’idea alla base delle criptovalute è quella di eliminare la necessità di fidarsi di istituzioni centralizzate come le banche. Le criptovalute come bitcoin ed ethereum funzionano come reti di computer distribuite. Chiunque può partecipare e gli utenti non devono fidarsi l’uno dell’altro, perché possono convalidare le transazioni collettivamente con la tecnologia blockchain. Al contrario, solo i membri dell’Associazione Libra convalideranno le transazioni sulla blockchain dell progetto, rendendola una blockchain autorizzata . Ciò ha portato alcuni a sostenere che Libra non è in realtà una criptovaluta. Facebook vuole Libra passi a una blockchain senza autorizzazione in futuro, ma molti sono scettici. Tutto questo influenzerà il trading in criptovalute?

Altri articoli dello stesso autore: