L’azienda guidata da Claudio Descalzi sta investendo da anni nel digitale. Eni, oggi, si presenta come impresa pioniera nella trasformazione digitale per il settore energetico, sviluppando nuovi modelli di business basati sulla tecnologia. E’ in questo panorama che arriva il nuovo supercomputer di Eni, denominato HPC5. Si tratta di un supercalcolatore in grado di velocizzare la ricerca e l’elaborazione di dati sulle fonti di energia pulita. Un nuovo approccio che punta non solo ad un modello tech, ma anche e soprattutto ad uno stile green.

L’avvio di HPC5 avviene in un periodo, quello del Covid19, che ha rappresentato uno stress test per l’azienda. A fine febbraio, quando l’Italia iniziava il percorso di lockdown, Eni riusciva, in soli due giorni, a mettere in smart working oltre 20.000 dipendenti, proprio grazie alla trasformazione digitale intrapresa negli ultimi anni. HPC5 è stato anche messo a disposizione per la ricerca sul coronavirus.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Eni: completata l’acquisizione del 20% di Tate

Nel frattempo, la multinazionale ha completato il processo di acquisizione della startup Tate, che vende servizi energetici esclusivamente online, per una quota pari al 20%.

Anche in questo caso, si tratta di un’operazione che rientra nel più ampio programma di digitalizzazione dell’azienda. Con l’acquisizione di Tate, Eni punta ai Millennials, i nuovi “capi famiglia” di oggi. Si tratta di una generazione cresciuta insieme alla tecnologia e che predilige soluzioni smart, soprattutto per evitare lunghe trafile burocratiche nella gestione delle incombenze quotidiane.

Tata ha iniziato la propria attività di vendita di servizi energetici online nel 2019, tramite un’app di proprietà. La tech company offre ai propri clienti anche altri servizi digitali.

Quotazione Titolo Eni in tempo reale

Quello attuale è un ottimo momento per chi desidera investire in Azioni Eni. Il Titolo è in rialzo dal 29 Maggio e, anche oggi, sembra poter proseguire il trend positivo. Il prezzo delle Azioni Eni è di oltre 9,6 euro.

La variazione su 1 anno è in negativo di circa il 30%. Questo significa che il Titolo non ha ancora recuperato quanto perso con il crollo delle Borse di Marzo. Ecco perché il rialzo delle ultime settimane fa ben sperare che la strada intrapresa sia quella giusta per tornare, a breve, ai livelli pre pandemia.

Nella giornata di ieri, Eni ha chiuso la seduta facendo registrare un rialzo dell’1,97%. La quotazione è certamente influenzata anche dal rialzo del Petrolio.

Il greggio, infatti, dopo una breve frenata nella scorsa seduta, quest’oggi ha ricominciato a salire. Il gap con i livelli pre pandemia non è ancora stato colmato. Tuttavia, entro la fine del 2020, la situazione dovrebbe tornare alla normalità.

Attualmente, il prezzo del greggio WTI è di 38,37 dollari, in salita dello 0,47%. La variazione su 1 anno è in negativo del 28,39%. Ill petrolio Brent ha invece nuovamente superato i 40 dollari al barile. Tuttavia, rispetto allo scorso anno, la quotazione è oggi più bassa del 34,71%, con il massimo di 52 settimane di 71,95 dollari ancora lontano.

Altri articoli dello stesso autore: