Le azioni statunitensi hanno mostrato un rally a livello globale dopo che il presidente Donald Trump ha sospeso le decisioni sui dazi nei confronti del Messico.

L’indice S&P 500 ha avuto per la quinta sessione consecutiva il segno positivo, in particolare la salita è guidata dai produttori di chip elettronici e aziende automobilistiche. Le azioni dei mercati emergenti hanno mostrato il loro più grande aumento da gennaio. Il dollaro è salito, in particolare contro la sterlina dopo la pubblicazione dei dati economici del Regno Unito che risultano particolarmente deboli. Lo yuan cinese è sceso ad un livello che non si presentava da novembre.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

BROKERVANTAGGIDEPOSITO MINIMOAPERTURA CONTO
Corsi Gratis
Indicatori Gratis
Segnali in piattaforma e via sms
Demo Gratis
250 EURO
Demo Gratis
2000+ Asset Disponibili
Spread agevolati
Piattaforma professionale
100 EURO

Investitori preoccupati per i rapporti Cina e USA

Le azioni statunitensi hanno ricevuto un forte incremento ma chi ha decido di fare trading online era in apprensione per gli sviluppi della resa dei conti tra Cina e Stati Uniti. Il segretario del Tesoro Steven Mnuchin ha detto che si potrebbero presentare uno scenario migliore quando i presidenti Trump e Xi Jinping si incontreranno al vertice del G-20 alla fine di questo mese.

Michael Sheldon, Chief Investment Officer di RDM Financial Group, ha dichiarato che la scelta del presidente Trump di sospender i dazi (che avrebbero avuto un effetto negativo a breve termine) ha influenzato positivamente i mercati.

Gli eventi principali della settimana

Questi gli eventi chiave che si presenteranno nei prossimi giorni:

  • Il presidente della BCE Mario Draghi parlerà ad una conferenza a Francoforte mercoledì.
  • La gara per il successore di Theresa May si scalda con il primo ballottaggio del partito conservatore giovedì.
  • I ministri delle finanze della zona euro si incontrano giovedì in Lussemburgo. All’ordine del giorno: sanzioni finanziarie per l’Italia per il suo carico del debito e il bilancio dell’area dell’euro.
  • La Cina e gli Stati Uniti rilasciano i dati sulla produzione industriale e i dati delle vendite al dettaglio venerdì.

Questi invece i movimenti degli indici azionari più importanti:

  • L’indice S & P 500 è aumentato dello 0,7% alle 10:31 ora di New York.
  • Stoxx Europe 600 è salito dello 0,2%.
  • L’indice FTSE 100 del Regno Unito è salito dello 0,5%, raggiungendo il massimo delle ultime 5 settimane.
  • L’indice MSCI Emerging Market è salito dell’1,4%, raggiungendo il massimo da gennaio.

Per ciò che concerne gli scambi valutari i movimenti più significativi sono stati i seguenti:

  • Lo yen giapponese è salito dello 0,3% a 108,55 dollari.
  • Lo yuan onshore è diminuito dello 0,3% a 6,9317 per dollaro.
  • L’euro è sceso dello 0,2% a $ 1,1308.
  • La sterlina britannica è scesa dello 0,4% a $ 1,2684.

Altri articoli dello stesso autore: