Dopo il rally delle scorse sedute del cambio EUR/USD, gli investitori che hanno scelto di Investire nel Trading Forex stanno oggi assistendo ad un ulteriore apprezzamento della moneta europea contro il biglietto verde USA. La quotazione del Cambio Euro Dollaro, nella seduta odierna, viaggia sopra il livello 1,13, mostrando che i traders hanno fiducia nella risposta di Bruxelles alla crisi finanziaria generata dall’epidemia di coronavirus. Durante la mattinata, il prezzo ha consolidato il rialzo delle scorse sedute, cercando di spingersi oltre il target di 1,12, riuscendoci. Al momento, la coppia sembra aver arrestato il cammino a 1,1384. Nel breve termine, le indicazioni tecniche evidenziano che la quotazione potrebbe non riuscire a superare questo livello di resistenza.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Cambio Euro Dollaro: Lagarde spinge la quotazione

C’era grande attesa, da parte degli investitori, per la riunione della BCE di ieri. Christine Lagarde ha innanzitutto ribadito che l’Istituto centrale UE si farà trovare pronto per sostenere le economie del Vecchio Continente verso l’obiettivo della ripresa.

Il programma di acquisto di emergenza pandemico (PEPP), come previsto, verrà aumentato, ma oltre le aspettative. Nei giorni scorsi circolavano diverse cifre, fino a 500 miliardi di euro. La Lagarde ha invece annunciato che si tratterà di un ampliamento delle misure per circa 600 miliardi. Il Totale degli aiuti, dunque, arriverà ad 1,3 miliardi di euro, distribuiti tra i Paesi dell’Unione con differenti modalità e in base alla portata della crisi interna.

La Lagarde non ha mancato di lanciare un messaggio alle banche nazionali, chiedendo di insistere nel proporre programmi di credito mirati per aziende e famiglie e rassicurando sui fondi UE a copertura dei prestiti.

Per quanto riguarda i dati sulla crescita economica, la BCE ha stimato un calo del Pil dell’8,7%. Nel 2021, al contrario, il dato dovrebbe crescere del 5,2%. Al momento, i tassi di interesse rimarranno al livello attuale o comunque inferiore.

USA: preoccupano i dati economici

Oltreoceano, la crisi economica USA sta incidendo sulla discesa del biglietto verde. Il debito pubblico degli Stati Uniti ha raggiunto il livello più alto dal dopoguerra. Allo stesso tempo, La Cina insiste in una politica di espansione che collochi il renminbi ai vertici globali. Un contesto che non lascia ben sperare.

Gli investitori e, più in generale, gli economisti di tutto il mondo, rimangono in una profonda incertezza. Nonostante la situazione attuale, è molto difficile pensare ad un dollaro in crisi. Soprattutto, sembra quasi inconcepibile che sia proprio la condizione del biglietto verde a dare instabilità ai mercati.

La Storia insegna che, in momenti di crisi, il dollaro è una valuta sicura, in grado di apprezzarsi proprio in situazioni di caos. E’ successo nel 2008, ma anche durante i momenti più critici della pandemia di coronavirus, nei mesi scorsi.

Eppure, nelle ultime settimane, il biglietto verde sta mostrando in maniera inconfutabile di non avere più la forza di un tempo.

La preoccupazione degli investitori riguarda anche un altro aspetto: non esiste un’alternativa al dollaro. Avrebbe potuto essere l’euro, ma così non è stato. Potrà esserlo la moneta cinese, ma non nel breve termine. Per i mercati, il futuro è sempre più incerto.

Altri articoli dello stesso autore: