Nella giornata di ieri 18 maggio, giorno della riapertura di quasi tutte le attività produttive in Italia, la Borsa di Milano e le Borse Europee hanno accelerato, con gli acquisti che hanno prevalso sulle vendite. L’Euro ha ripreso quota contro il Dollaro USA, facendo registrare un rialzo dello 0,77%. In rialzo anche il Petrolio, che torna a quota 33,1 dollari al barile. Bene il FTSE MIB, che con un +3,26% raggiunge i 17.401 punti. Oltre il 2% anche il FTSE Italia All-Share e il FTSE Italia Mid Cap.

Nel complesso, Piazza Affari fa registrare risultati positivi in diversi settori: le materie prime volano al 7,52%. Seguono il settore immobiliare e le vendite al dettaglio che salgono poco sopra il 5%. Lo spread cala a 216 punti.

Nel comparto azionario, volano Fiat Chrysler, Unipol, Tenaris e Saipem, tutte sopra il 7%. In ribasso, invece, Cattolica Assicurazioni, Ascopiave, Tinexta e Italmobiliare.

Segnaliamo anche che, al primo giorno di collocamente, il Btp Italia ha raggiunto i 4 miliardi di sottoscrizioni, con la seconda miglior partenza in assoluto per un’emissione del Tesoro.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Borse Europee e Borsa Italiana in rialzo dopo fase 2: l’iniziativa Macron-Merkel

All’apertura odierna dei mercati lo spread scende a 205 punti, grazie soprattutto all’iniziativa franco-tedesca: Macron e Merkel hanno dato l’ok ad un rilancio economico per l’UE da ben 500 miliardi.

Come specificato dai due leader in conferenza, non si tratterà di prestiti che gli stati destinatari dovranno rimborsare, bensì di un fondo a cui parteciperanno tutti gli Stati membri.

Nonostante i mercati abbiano accolto positivamente l’iniziativa delle due potenze europee, permangono diversi dubbi.

Innanzitutto, il Recovery Found pensato dall’Europa Meridionale (tra cui Italia, Francia e Spagna), prevedeva un’iniezione di 1000 miliardi di euro. D’altro canto però, il denaro arriverà dal Bilancio UE e non da prestiti, il che risulta perfettamente in linea con quanto chiesto dagli Stati più danneggiati economicamente dal coronavirus.

L’Italia ha commentato positivamente la notizia, considerando l’iniziativa franco-tedesca un buon punto di partenza, ma ribadendo che la proposta andrà ampliata. Parere negativo invece da parte dell’Austria, che continua a sostenere la politica dei prestiti.

Btp Italia: i risparmiatori premiano lo Stato

Davide Iacovoni, capo della Direzione Debito pubblico del Mef, commenta con soddisfazione il primo giorno di sottoscrizione del Btp Italia. Subito 4 miliardi richiesti e la platea dei piccoli investitori a sostegno dell’iniziativa.

Questo successo è frutto di tre elementi in particolare: un’ottima campagna di comunicazione, la trasparenza sull’utilizzo dei profitti e il tasso reale offerto. Ora si attende la risposta degli istituzionali a cui è riservato l’acquisto del titolo per la giornata di giovedì.

In conclusione, chi decide di investire in Borsa oggi può operare in un contesto senz’altro molto più positivo rispetto alle scorse settimane. Ci sono buone opportunità in tutti i mercati, soprattutto su quello azionario. La fase 2 è iniziata anche in Borsa e, per il momento, con il piede giusto.

Altri articoli dello stesso autore: