Il processo di mining Bitcoin è ciò che separa veramente il sistema di cassa digitale peer-to-peer da altre forme di pagamento online. Invece di avere una terza parte centralizzata che elabora le transazioni, Bitcoin utilizza una serie di entità dinamiche, potenzialmente anonime, per spostare denaro all’interno della rete. È questa rimozione di una terza parte fidata che consente a Bitcoin di operare in modo senza autorizzazione, incontrollabile e resistente alla censura.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

BROKERVANTAGGIDEPOSITO MINIMOAPERTURA CONTO
Corsi Gratis
Indicatori Gratis
Segnali in piattaforma e via sms
Demo Gratis
250 EURO
Demo Gratis
2000+ Asset Disponibili
Spread agevolati
Piattaforma professionale
100 EURO

Minare è alla base del Bitcoin

Tutti i casi d’uso differenziati di Bitcoin sono basati su questa funzionalità di base. Mentre l’uso della prova di lavoro (PoW) per risolvere il doppio problema di spesa è stata la svolta chiave di Satoshi Nakamoto con Bitcoin, è spesso visto come uno dei punti più deboli del sistema in termini di come può essere attaccato. Qualcuno che controlla il 51% della potenza di calcolo indicata sulla rete Bitcoin è in grado di scegliere quali transazioni possono essere elaborate. Qualcuno che controlla la maggior parte dell’hashrate di rete può anche riorganizzare la cronologia delle transazioni di rete in un tentativo malizioso di spendere due volte lo stesso denaro.

Detto questo, ottenere una percentuale così elevata dell’hashrate della rete non sarebbe un compito facile, dato che le stime attuali indicano che l’hashrate della rete è di circa 70 milioni di terahash al secondo . Queste difficoltà associate alla chiusura o alla regolazione della rete Bitcoin sono il motivo per cui un economista ha affermato che il modo migliore per far cessare Bitcoin potrebbe essere semplicemente provare a competere con esso .

Vietare il Bitcoin negli USA è difficile

Il CEO di Abra Bill Barhydt ha anche sottolineato che vietare Bitcoin può essere difficile da un punto di vista legale , almeno negli Stati Uniti. Questo ha dato nuova fiducia agli investitori, che stanno pensando di tornare a investire sul Bitcoin nei prossimi giorni. Alla conferenza Bitcoin 2019 del mese scorso a San Francisco, il veterano del Bitcoin Marco Streng, che è il CEO di Genesis Mining, ha affermato di essere piuttosto allarmato per l’attuale livello di centralizzazione trovato nel mining di Bitcoin. Detto questo, una possibile soluzione per questo problema potrebbe presto diventare disponibile tramite un aggiornamento del protocollo di mining Bitcoin.

Durante la prima parte di un panel sul futuro del mining di Bitcoin alla conferenza Bitcoin 2019, Streng ha chiarito che non considera accettabile l’attuale livello di centralizzazione nel mining di Bitcoin. Mentre la visione originale di Satoshi sul processo di mining prevedeva il concetto di un voto per computer, quella visione ottimistica è stata lanciata piuttosto presto nella storia di Bitcoin.

Nel 2012 erano stati sviluppati dispositivi hardware appositamente progettati per il mining di Bitcoin e il mining di Bitcoin era sulla buona strada verso la specializzazione e l’industrializzazione. Come ha sottolineato Streng durante il panel, le economie di scala, l’accesso all’elettricità più economica al mondo e le ottimizzazioni apportate dai più grandi attori a livello hardware rendono difficile per l’hobbista medio con pochi mezzi competere..

Anche Corallo era sul palco con Streng, ma non era d’accordo con il livello di preoccupazione condiviso dal CEO di Genesis Mining. Mentre i minatori riconosciuti da Corallo possono ottenere un vantaggio, ha anche sottolineato che la disponibilità di energia a basso costo in blocchi da 10 a 100 megawatt è in qualche modo limitata e questo tipo di configurazioni non spiegherà necessariamente un grosso pezzo dell’hashate della rete complessiva. Lo sviluppatore di Bitcoin di lunga data ha aggiunto che ci sono alcune possibili preoccupazioni sul livello di ottimizzazione offerto dai centri di mining Bitcoin industrializzati, ma per ora non condivide il livello di preoccupazione condiviso da Streng.

Un nuovo protocollo di mining Bitcoin

Il terzo panelist sul palco con Streng, Corallo e il moderatore Adam Braidman di BRD è stato Jan Čapek, CEO di Braiins. La scorsa settimana, Braiins ha annunciato un protocollo di mining riprogettato come parte di un nuovo stack di mining Bitcoin aperto, trasparente. Un aspetto chiave di questo nuovo protocollo di mining, noto come Stratum v2, è che consente ai singoli minatori, anziché agli operatori del pool di mining, di scegliere quali transazioni vanno in blocchi minati.

Come indicato da Corallo nelle sue osservazioni durante la discussione del panel, il livello di centralizzazione riscontrato con i pool di mining è molto peggiore di quello dei miner reali, quindi spostare il processo di scelta delle transazioni dai pool ai singoli minatori dovrebbe essere un vantaggio per il decentramento . Secondo i dati di BTC.com , al momento ci vorrebbe solo collusione da quattro pool di mining per eseguire con successo una sorta di attacco correlato al mining come la censura delle transazioni o una riorganizzazione della blockchain.

A peggiorare le cose, due di questi pool sono di proprietà e gestiti dalla stessa società, Bitmain. In termini di trasferimento della selezione delle transazioni ai minatori, Braiins si è basato sul progetto BetterHash di Corallo , che ha sviluppato negli ultimi due anni. Naturalmente, affinché la rete Bitcoin ottenga qualcosa da tutto questo lavoro, i minatori dovranno adottare questo nuovo software.

La nuova sicurezza per i minatori

Stratum v2 include una varietà di miglioramenti della sicurezza per i minatori, che sarà probabilmente il principale passo di vendita. In termini di potenziali ostacoli che si trovano ad affrontare questo nuovo protocollo di mining, Braiins ha sottolineato le fluttuazioni del prezzo dei Bitcoin che possono alterare le priorità a breve termine dei minatori. In particolare, l’amministratore delegato di Pantera Dan Morehead ha recentemente spiegato perché esiste un buon colpo che Bitcoin potrebbe raggiungere $ 42.000 entro la fine del 2019.

Secondo un rapporto della società di ricerca sugli asset digitali Delphi Digital, l’entusiasmo degli investitori al dettaglio sembra essere tornato, quindi il recente Bitcoin la volatilità dei prezzi potrebbe rimanere per un po ‘. Inoltre, i produttori di apparecchiature di mining Bitcoin devono adottare il nuovo protocollo binario incluso nello stack.

La possibilità per i minatori di scegliere le transazioni da includere nei blocchi è una funzione opzionale, quindi l’adozione di questo nuovo protocollo non significa necessariamente che la selezione delle transazioni verrà presto tolta dalle mani agli operatori del pool di mining. Alla fine della giornata, sarà responsabilità dei singoli minatori assumersi la responsabilità della selezione delle transazioni e prenderla dalle mani del settore centralizzato delle mining pool.

Altri articoli dello stesso autore: