Bitcoin dovrebbe chiudere il primo mese di aprile in negativo in 6 anni, mentre Ethereum continua a generare massimi storici uno dopo l’altro. Per chi ha scelto di investire in criptovalute, questi primi quattro mesi del 2021 sono stati davvero proficui, ma il settore, nonostante tutto, non smette di regalare sorprese.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

67% of investor lose money

Piattaforma: OBRInvest

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: FXPN

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Le criptovalute oggi

Infatti, la coppia BTC/USD dovrebbe terminare il mese di aprile in calo dell’8% circa. Si tratta della prima serie di sconfitte, in questo mese, dal 2015, nonostante una performance impressionante durante il primo trimestre del 2021.

Bitcoin (BTC) potrebbe non preoccupare gli analisti con il suo ultimo calo di prezzo, ma probabilmente chiuderà il suo primo mese di aprile in negativo in sei anni. Solo due settimane fa, la risorsa raggiungeva il suo massimo storico oltre i 64.000 dollari.

I dati di monitoraggio di Bybt mostrano che, con una percentuali di -8,3%, aprile 2021 è il peggior aprile registrato per il Bitcoin e il primo dal 2015 a subire una perdita.

Un Bitcoin April come pochi altri

La performance contrasta con quella di marzo, tradizionalmente un “brutto mese” per Bitcoin, ma che quest’anno ha invece visto guadagni di quasi il 30%.

Con lo stesso Q1 che ha visto tre mesi consecutivi di rialzo – e ciò non accadeva dal 2013 – il 2021 continua a invertire le tendenze dei prezzi di BTC.

Al momento, mancano meno di due giorni a maggio. La coppia BTC/USD viene scambiata a circa $ 54.600, dopo essere salita brevemente a $ 56.200 sulle voci secondo cui Facebook avrebbe acquistato Bitcoin nel primo trimestre. Tuttavia, tali voci, nonostante siano arrivate ai media mainstream, si sono rivelate poi prive di fondamento.

Come sempre, i nomi dei più noti sostenitori del Bitcoin sono rimasti del tutto impassibili per la mancata adozione della crypto da parte di Facebook. D’altro canto, il contrario sarebbe stato quasi un miracolo e, dunque, praticamente non preso in considerazione.

Diversi esperti si sono per questo ironicamente scagliati su coloro che hanno venduto BTC solo perché le voci di cui sopra si sono rivelate infondate.

Ethereum guadagna sulla correlazione inversa

Come riportato da Cointelegraph, nel frattempo, si sta costruendo il consenso tra i trader sul fatto che il Bitcoin continui a raffreddarsi dopo sei mesi di rialzo epico.

Durante questo periodo, che dovrebbe durare fino all’autunno, gli altcoin saranno al centro dell’attenzione. Alcune risorse stanno già interpretando la parte del leone della capitalizzazione di mercato delle criptovalute.

Ether (ETH), attualmente il più grande altcoin del settore, questa settimana ha raggiunto nuovi massimi storici. Ethereum si sta dimostrando particolarmente non correlato al Bitcoin nelle condizioni attuali.

Non solo i due token non sono correlati, ma sembrerebbero essere entrati in una condizione di correlazione inversa. Un dato che apre sicuramente a nuovi scenari per il futuro del mercato delle criptovalute.

Altri articoli dello stesso autore:

  •  
  •  
  •  
  •