Il gigante statunitense del fast food ha riportato i suoi guadagni per il trimestre giovedì scorso, con dati piuttosto positivi. Il rimbalzo suggerisce che l’azienda godrà di un anno record per crescita e utili. Per gli operatori del trading online si tratta di una buona indicazione per il presente e per il futuro. Le Azioni McDonald’s a New York hanno immediatamente ripreso a salire, segnando il massimo di 52 settimane oltre quota 236 dollari. In particolare, gli investitori dovrebbero porre attenzione a tre tendenze che si sono materializzate durante i risultati trimestrali.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

67% of investor lose money

Piattaforma: OBRInvest

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: FXPN

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Spesa media in aumento

Le vendite nelle sedi fisiche di McDonald’s sono cresciute in ciascuna delle sue aree geografiche e sono aumentate complessivamente del 7,5%. Un’ottima notizia rispetto al calo dell’1,3% registrato nell’ultimo trimestre. Ma soprattutto rispetto al crollo dell’8% che Mickey D’s ha subito nel 2020. La crescita negli Stati Uniti, del 14%, supera quella del rivale Starbucks, che ha registrato un aumento di appena il 9% nel suo mercato interno.

Tuttavia, entrambe le catene servono ancora meno ospiti rispetto a un anno fa. Il traffico dei clienti di McDonald’s è stato negativo in ciascuno dei suoi mercati, il che significa che i comps sono aumentati grazie all’aumento della spesa per visita. I consumatori hanno speso di più durante la permanenza nei ristoranti, una tendenza che potrebbe risultare chiave per il futuro.

Nuovi record di profitto

La redditività di McDonald’s è stata ridotta durante la pandemia, ma ora si è completamente ripresa. Il margine operativo è balzato al 44,5% nel primo trimestre rispetto al 35,9% di un anno fa.

Questo risultato mantiene la catena molto al di sopra degli storici competitor come Yum! Brands (NYSE: YUM) e ancora più avanti rispetto a rivali come Chipotle Mexican Grill (NYSE: CMG), che non si affidano al franchising per aumentare la propria redditività.

Il CEO di McDonald’s Chris Kempczinski e il suo team avevano previsto un margine operativo del 40% entro la fine del 2021. Ma il buon inizio dell’anno suggerisce che la società ha la possibilità di battere queste prospettive. Per gli investitori, anche questa è una tendenza che fa sperare in guadagni più elevati.

Liquidità

McDonald’s è pieno di soldi in questo momento, essendo entrato nell’anno con oltre 3 miliardi di dollari nei libri contabili. Ed è in procinto di convertire oltre il 90% dei suoi guadagni nel 2021 in flusso di cassa libero.

Nel loro insieme, tutte queste tendenze significano che ci saranno molte risorse che la catena potrà dedicare al suo piano di crescita aggressivo che include una grande spinta verso il drive-thru e agli aggiornamenti delle consegne. Non mancheranno gli investimenti per il rimodellamento dei negozi e spese di marketing extra.

Anche tenendo conto di tali investimenti, è probabile che gli azionisti vedano aumentare i rendimenti in contanti di McDonald’s attraverso riacquisti di azioni e dividendi. Queste iniziative dovrebbero amplificare i rendimenti per la detenzione di questo importante stock di fast food durante quello che potrebbe essere un periodo insolitamente forte per il settore, per tutto il prossimo anno.

Altri articoli dello stesso autore: