Dal 23 Marzo, giorno in cui la quotazione ha fatto registrare il minimo di tre mesi a 1.027,74 dollari, il trend del Titolo Google ha iniziato una lenta, ma costante risalita. Fino ai 1.405,65 dollari toccati l’11 Maggio. Da quel momento, il prezzo sta riscendendo. Nella seduta odierna, registriamo un ribasso dell’1,95%, a quota 1.348,33 dollari. Nel complesso, però, la variazione su 1 anno è in positivo del 19,87%. I massimi dell’anno toccati a febbraio sono ancora lontani, ma il colosso statunitense può vantare un’ottima reazione al tonfo delle Borse causato dalla diffusione del coronavirus nel mondo.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Azioni Google: trimestrali incoraggianti, ecco i dati

Il trend rialzista degli ultimi giorni è stato senz’altro incoraggiato dai dati economici dell’azienda, relativi al 1° trimestre 2020.

Nonostante il periodo eccezionale causato dal Covid19, la holding Alphabet, che controlla Google, ha fatto registrare dei numeri sopra le aspettative. Anche se, al contempo, il tasso di crescita dei ricavi si è fermato al 13%, contro il 17% dello stesso periodo dello scorso anno.

In linea generale, questi primi tre mesi del 2020 non hanno visto grandi risultati, come è accaduto, del resto, per quasi tutte le aziende quotate in Borsa. Tuttavia, Alphabet ha reagito in modo forte, spinta soprattutto da Search, YouTube e Cloud che hanno limitato l’impatto del crollo degli altri segmenti.

Naturalmente, ha inciso particolarmente anche il rallentamento delle entrate pubblicitarie.

Tornando ai trimestrali, Google ha dichiarato ricavi per 41,16 miliardi di dollari tra cui spiccano i 2,78 miliardi di dollari generati dal cloud, i 4,04 miliardi di dollari derivanti dalle pubblicità su YouTube e i 4,44 miliardi di dollari tra prodotti hardware e cloud.

Dopo la pubblicazione dei dati, le Azioni Google Alphabet sono aumentate del 4%, fino al calo della seduta odierna di mercato. 

Le prossime sfide

Come tutte le aziende del mondo, anche Alphabet attende una celere risoluzione della crisi generata dalla diffusione del coronavirus. Gli USA sono in ginocchio e sono in molti a pensare che le misure economiche decise dal Presidente Trump non saranno particolarmente efficaci per risollevare le imprese.

Per alcune compagnie, questa diventa un’occasione per emergere. Sundar Pichai, Amministratore delegato di Alphabet e Google, ha dichiarato che:

Vista la profondità delle sfide che stanno affrontando così tante persone, è un enorme privilegio poterle aiutare. Le persone si affidano ai servizi di Google più che mai e noi abbiamo messo a punto le nostre risorse e lo sviluppo dei prodotti proprio in questo momento urgente.

Nonostante il lockdown mondiale abbia riversato le persone su Internet, per i prossimi mesi anche Google si aspetta un calo del fatturato significativo. Per evitare brutte sorprese, l’azienda ha già stabilito il dimezzamento del budget per il marketing, nonché approvato una serie di misure di riduzione dei costi.

Non c’è ufficialità, ma alcune indiscrezioni parlano anche di una riduzione degli investimenti sui data center e sulla formazione.

Per quanto riguarda il personale, invece, non sono previsti tagli, nonostante l’incremento di 4.903 dipendenti negli ultimi mesi.

Altri articoli dello stesso autore: