Per i trader interessati ad investire in azioni, il periodo è senz’altro tra i più difficili, soprattutto dal punto di vista dell’incertezza del mercato. La volatilità è alta e anche i big del comparto azionario stanno soffrendo le conseguenze della pandemia. Un caso è quello della Walt Disney, attualmente sotto la lente di ingrandimento più per motivi negativi che positivi.

L’attività del famoso gruppo statunitense vive di esperienze condivise. La diffusione globale del COVID-19 ha, però, costretto l’azienda a chiudere i propri store, i parchi a tema, i resort, i cinema e a bloccare le crociere in tutto il mondo. Inevitabilmente, le Azioni Disney ne hanno subito le conseguenze.

Un dramma sotto tutti i punti di vista che ha portato l’azienda con sede a Burbank, in California, ad annunciare il licenziamento di 28.000 dipendenti negli Stati Uniti.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Ancora un calo delle azioni Disney questa settimana

Josh D’Amaro, presidente della divisione parchi del gruppo, ha dichiarato che quella dei licenziamenti è, attualmente, l’unica strada percorribile per resistere all’impatto prolungato del COVID-19 sulle attività della compagnia. La divisione guidata da D’Amaro, lo scorso anno ha rappresentato il 37% del fatturato dell’azienda.

I ricavi totali della Casa di Topolino sono diminuiti del 42%. Soltanto nel 2001 il Gruppo aveva registrato un’altra perdita trimestrale.

C’è da dire che, nonostante questo quadro estremamente cupo, le azioni della Disney stanno reggendo abbastanza bene. Il titolo, dopo essere crollato del 40% a marzo, è risalito di oltre il 50%.

Tuttavia, su dodici mesi, la quotazione è ancora in perdita del 4,51%, con un prezzo attuale di circa 123 dollari per azione. Disney ha una capitalizzazione di mercato di 222.83B, con oltre 1,8 miliardi di azioni attualmente in circolazione.

Le previsioni degli analisti: l’ancora di salvataggio di Disney

In questa prospettiva estremamente grigia, c’è un punto luminoso: il servizio di streaming video Disney + appena lanciato dalla società.

Potenziato da una domanda in crescita, con le persone costrette a trascorrere più tempo in casa, il servizio si sta espandendo rapidamente. Dal suo lancio a novembre, il portale ha ottenuto più di 60 milioni di abbonati. Un risultato che Netflix (NASDAQ: NFLX) ha raggiunto in circa 8 anni di attività.

Secondo una recente nota informativa di Goldman Sachs, gli investitori stanno sottovalutando la forza del servizio Disney +, che dovrebbe raggiungere i 150 milioni di abbonati entro il 2025.

Gli analisti si attendono, inoltre, che i segmenti di Disney Parks and Studios si riprendano completamente dopo il COVID.

Si tratta, dunque, di previsioni ottimistiche. Tuttavia, c’è anche un gran numero di analisti che teme che la pandemia possa danneggiare in modo permanente la società. Se i parchi a tema e le sale cinematografiche non dovessero riuscire a riprendere la propria attività, la Disney potrebbe uscirne come un’azienda completamente diversa. Sicuramente ridimensionata.

Su 30 analisti che coprono il titolo, 15 gli attribuiscono un rating di acquisto; ci sono tre raccomandazioni di vendita e 12 professionisti consigliano di mantenere il possesso di azioni. L’obiettivo di prezzo medio per i prossimi 12 mesi è di circa 135 dollari per azione.

Altri articoli dello stesso autore: