Mattinata difficile per gli investitori che hanno scelto di fare Trading su Azioni Daimler. Il Titolo del produttore di automobili tedesco è in calo dello 0.74%, a quota 37.600 euro per azione. Per la quotazione, la variazione su 1 anno è in negativo del 22,03%, con il minimo e il massimo di 52 settimane rispettivamente a 21.015 e 54.5 EUR. Tuttavia, quello odierno è un prezzo che viaggerà sulla scia dell’incertezza e gli analisti non escludono oscillazioni con picchi positivi sul brevissimo termine. C’è attesa da parte degli investitori per l’intervento di Ola Kallenius all’Assemblea degli azionisti.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Azioni Daimler incerte, il CEO affronta le critiche sull’anno perso

L’amministratore delegato di Daimler AG, Ola Kallenius, è pronto ad affrontare questioni critiche alla sua prima riunione generale annuale da quando ha rilevato la casa automobilistica tedesca, con la pandemia di coronavirus che ha interrotto i piani per ristrutturare la compagnia e rilanciare i rendimenti.

Deka Investment GmbH, prima della riunione di oggi (mercoledì 8 Luglio), ha dichiarato che una serie di avvertimenti sui profitti, molti dei quali precedenti all’emergenza Covid-19, hanno messo in luce investimenti errati e la vulnerabilità dell’attività di Daimler.

Secondo analisti e azionisti, Kallenius avrebbe diverse responsabilità in quello che è stato definito come un “anno perso” per l’azienda. L’attuale CEO, infatti, prima di ricoprire questa carica, era stato capo dello sviluppo economico, sotto il suo predecessore Dieter Zetsche.

Kallenius, che ha assunto l’incarico più importante in Daimler a maggio 2019, ha deciso di rispondere personalmente delle proprie responsabilità durante l’assemblea degli azionisti. Il CEO ha anche dichiarato che, inevitabilmente, l’azienda sarà costretta ad attuare nuovi tagli.

Mentre Daimler, Volkswagen AG e BMW AG si preparano ad affrontare le perdite del secondo trimestre, a causa della chiusura di fabbriche e showroom per il coronavirus, il leader dell’auto elettrica Tesla Inc. si è scrollata di dosso la crisi per diventare la casa automobilistica più ricca del mondo, questo mese.

Il piano di Kallenius

Lo scorso anno Daimler ha completato una revisione aziendale per dare maggiore indipendenza alle proprie auto, camion e servizi di mobilità, ma il management non ha ancora spiegato come intende recuperare le relative spese. Gli investitori avevano sollecitato Daimler per anni a considerare un elenco separato della divisione camion.

L’ultimo piano di ristrutturazione di Daimler, che Kallenius ha presentato a novembre, prevede di ridurre la forza lavoro della società di oltre 10.000 dipendenti, per risparmiare 1,4 miliardi di euro di spese per il personale, entro il 2022.

Altri 10.000 posti di lavoro potrebbero essere eliminati fino al 2025, secondo quanto riportato dalla rivista specializzata Automobilwoche il mese scorso, citando fonti aziendali non identificate. Daimler, alla fine dello scorso anno, contava circa 299.000 dipendenti.

Si ricorda che il maggiore investitore di Daimler è il miliardario cinese Li Shufu con una partecipazione del 9,7%, seguito dall’emirato del Kuwait con il 6,8% e dal partner della joint venture automobilistica in Cina, BAIC Motor Group, al 5%.

Altri articoli dello stesso autore: