Le Azioni Apple sono state molto chiacchierate ultimamente. La società ha annunciato gli utili del secondo trimestre la scorsa settimana, schiacciando le aspettative di Wall Street su tutta la linea. Inoltre, gli operatori del trading online hanno assistito all’evento primaverile dell’azienda, in cui sono stati presentati prodotti nuovi e aggiornati. Da menzionare anche l’aggiornamento iOS con nuovi controlli sulla privacy che mettono a tacere diverse polemiche. E ancora, la carenza globale di semiconduttori, che minaccia diversi settori, compresa l’elettronica di consumo.

Dato questo vortice di notizie che, ogni giorno, piomba sui trader che vogliono investire in Borsa, è facile perdere di vista ciò che conta davvero. In questo contesto, alcuni esperti suggeriscono tre cose che gli investitori devono sapere su Apple in questo momento.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

67% of investor lose money

Piattaforma: OBRInvest

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: LiquidityX

Deposito: 250$

Licenza: HCMC

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

I prodotti Apple sono molto richiesti

I ricavi dei prodotti sono aumentati del 62% anno su anno nel secondo trimestre, trainati dalla forte domanda per iPhone, iPad e Mac. In effetti, i computer Mac stabiliscono un record di entrate storico. Durante la chiamata sugli utili, il CEO Tim Cook ha confermato che gli ultimi tre trimestri, per il segmento Mac, sono stati i migliori di sempre.

Cook ha attribuito questo successo al chip di proprietà M1, introdotto lo scorso anno per sostituire i processori Intel nei Mac Mini e nei MacBook. In particolare, l’M1 basato su ARM offre prestazioni 3,5 volte più veloci e il doppio dell’efficienza energetica delle precedenti generazioni.Inoltre, la produzione in casa ha permesso a Cupertino di abbassare il prezzo dei dispositivi. In altre parole, il chip M1 offre una migliore esperienza per i consumatori, riducendo le spese per l’azienda.

Nell’evento di Primavera, Apple ha lanciato una nuova linea di iMac alimentati dall’M1 e un iPad Pro abilitato per il 5G (anch’esso con chip M1).

In base a questi elementi, gli investitori dovrebbero prestare attenzione al margine lordo sull’hardware di Apple nei prossimi trimestri, per vedere se questi nuovi dispositivi favoriranno una maggiore efficienza dei costi.

Il business dei servizi di Apple sta guadagnando slancio

Anche l’attività di servizi di Apple ha ottenuto risultati record nel secondo trimestre, poiché la crescita delle vendite anno su anno è accelerata al 27%. Sebbene questa cifra non sia così astronomica come l’aumento del 62% delle vendite di prodotti, fa comunque ben sperare per il futuro.

I ricavi dei servizi hanno un margine lordo molto più elevato, circa il 70% nell’ultimo trimestre. In altre parole, man mano che i servizi Apple (tra cui App Store, Apple TV +, Apple News +, Apple Arcade e Apple Music) guadagnano terreno, l’azienda diventa più redditizia nel suo insieme.

Per guidare la crescita, Apple continua ad espandere la sua offerta e prevede di continuare a investire nella propria attività di servizi. Ciò offre all’azienda un altro modo per monetizzare, meno ciclico rispetto alle vendite di prodotti. Gli investitori dovrebbero prestare attenzione al successo dell’azienda anche in questo ambito.

La carenza di semiconduttori può essere un’opportunità

Nell’ultimo anno, la pandemia COVID-19 ha fatto impennare la domanda di PC e smartphone, per il lavoro, lo studio e l’intrattenimento da casa. Questa tendenza, combinata con gli effetti della guerra commerciale USA-Cina, ha innescato una carenza globale di semiconduttori. Oggi la domanda supera di gran lunga l’offerta e gli esperti ritengono che la risoluzione della situazione potrebbe richiedere circa anni.

Apple ha fatto riferimento alla situazione, sottolineando che i vincoli di fornitura potranno avere un impatto da $ 3 a $ 4 miliardi sui ricavi del prossimo trimestre. Tuttavia, il CFO di Apple Luca Maestri ha affermato che questo vento contrario interesserà i segmenti iPad e Mac, ma non gli iPhone.

Come è possibile?

Apple è ben nota per la sua efficienza nella gestione della catena di approvvigionamento. Il codice di condotta dei fornitori dell’azienda descrive nel dettaglio gli standard elevati che i fornitori devono soddisfare, dall’etica all’impatto ambientale. Da sette anni, la catena di approvvigionamento di Apple viene considerata la migliore al mondo.

Se Apple sarà in grado di utilizzare questo vantaggio per sostenere le vendite di iPhone nel prossimo trimestre, la società californiana potrebbe strappare ulteriori quote di mercato ai competitor, in particolare a Samsung. Gli investitori dovrebbero prestare attenzione anche a questa situazione.

Altri articoli dello stesso autore:

Il nostro voto