Durante l’ultima sessione di mercato statunitense, le Azioni AMC sono aumentate vertiginosamente, grazie a quella che può essere definita come una vera e propria insurrezione popolare da parte del mondo del trading online. A partire da Reddit e Twitter e arrivando ad altri social media, gli investitori hanno levato una voce di incoraggiamento per la compagnia che, come è noto, si trova in forti difficoltà. Durante gli scambi, il titolo si è impennato fino al 52%, per poi chiudere a +35,58% a quota 26.52 dollari per azione.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

67% of investor lose money

Piattaforma: OBRInvest

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: FXPN

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Azioni AMC cosa sta succedendo

Dopo l’ultimo rialzo, la risorsa ha generato un rialzo del 373.57% su dodici mesi. All’inizio del 2021, la compagnia ha toccato il livello più basso di sempre nella sua storia, raggiungendo un valore minimo di circa 1,90 dollari per azione.

Il titolo AMC è uno dei più discussi del momento su diversi social, inclusa la community della piattaforma di trading online Reddit. Anche Twitter è stato un veicolo di successo, portando in tendenza hashtag come #AMCSTRONG, #AMCSqueeze e persino #AMC500k. Tutto questo ha rappresentato un forte catalizzatore che ha portato al rialzo del prezzo delle azioni AMC.

Una reazione a catena propizia per la compagnia, poiché la brusca salita del titolo ha attirato, di conseguenza, anche tantissimi trader non direttamente interessati alla questione. Stando a quanto riferito dal Wall Street Journal, ben $ 22 milioni di dollari sono stati convogliati nelle azioni AMC solo martedì. E ieri, il titolo è stato il più scambiato alla Borsa di New York.

Cosa accadrà adesso?

Molti trader rialzisti, dopo i recenti risultati, sperano di innescare una breve compressione. Coordinando i loro acquisti e aumentando il prezzo delle azioni, sperano di costringere i venditori allo scoperto a uscire dalle loro posizioni. Per evitare questa situazione, i venditori allo scoperto dovrebbero, a loro volta, riacquistare le azioni che hanno venduto. Una dinamica che può accelerare un violento movimento al rialzo del prezzo di qualsiasi titolo.

Secondo i dati forniti da Bloomberg, i venditori allo scoperto che scommettono contro AMC hanno già subito centinaia di milioni di dollari di perdite questa settimana. E con circa il 20% del flottante di AMC ancora venduto allo scoperto, è possibile che la cifra aumenti ancora, qualora lo short squeeze continuasse.

Tuttavia, gli esperti di queste dinamiche del trading online invitano gli investitori a riflettere su alcune considerazioni. In particolare, l’hashtag #AMC500k su Twitter viene utilizzato per promuovere l’idea che il prezzo delle azioni AMC potrebbe salire fino a $ 500.000, rispetto agli attuali $ 26,52. Se questo dovesse accadere, in base agli oltre 490 milioni di azioni in circolazione, la capitalizzazione di mercato di AMC arriverebbe a 245 trilioni di dollari.

Per un’azienda operante in ambito cinematografico e in forte difficoltà, si tratterebbe di una valutazione decisamente eccessiva. Basti pensare che la capitalizzazione di mercato totale di tutte le società pubbliche statunitensi è di circa $ 50 trilioni. Questa è la considerazione che più di tutte mette in evidenza la bolla di mercato che si è creata attorno al titolo e che forse, invece di aiutare AMC, potrebbe velocizzarne il declino.

Altri articoli dello stesso autore:

Sommario
Azioni AMC in rally, un’iniziativa popolare sostiene la società
Nome Articolo
Azioni AMC in rally, un’iniziativa popolare sostiene la società
Descrizione
Da Twitter a Reddit, il popolo del trading online spinge le Azioni AMC a salire vertiginosamente: cosa sta succedendo?
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore
  •  
  •  
  •  
  •