Secondo alcuni esperti di trading online, un pezzo delle fondamenta di Amazon potrebbe sgretolarsi nel lungo termine. Alla fine di Aprile, la società ha riportato risultati straordinari sugli utili per il primo trimestre del 2021. Le vendite sono aumentate del 44%, raggiungendo $ 108,5 miliardi. Il reddito operativo è più che raddoppiato a $ 8,9 miliardi. E tutte le stime di Wall Street sono state battute. Le Azioni Amazon sono in rialzo di oltre il 38% su dodici mesi, anche se in calo nell’ultima seduta e nel pre market di oggi.

La compagnia prevede inoltre che la crescita rimarrà robusta nel secondo trimestre, nonostante i confronti anno su anno più difficili. Infatti, occorre tenere conto che gli effetti della pandemia, che hanno accelerato una crescita già impressionante del business di Bezos, andranno man mano sfumando.

In questo contesto, alcuni analisti credono che uno dei maggiori vantaggi competitivi di Amazon potrebbe erodersi nei prossimi anni. E sebbene ciò non fermerà completamente la crescita dell’azienda, si tratta di un motivo chiave per cui molti esperti sconsigliano di pagare quasi 60 volte i suoi guadagni per comprare azioni Amazon.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

67% of investor lose money

Piattaforma: OBRInvest

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: LiquidityX

Deposito: 250$

Licenza: HCMC

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Capire le fondamenta di Amazon

Nei suoi primi anni di vita, Amazon si è fatta un nome tagliando radicalmente i concorrenti in termini di prezzo. (Da qui la famosa citazione di Jeff Bezos: “Il tuo margine è la mia opportunità“).

Oggi, mentre Amazon mantiene ancora prezzi piuttosto bassi, i concorrenti big-box come Walmart (NYSE: WMT) e Target (NYSE: TGT) propongono spesso prezzi comparabili o inferiori. Al contrario, le spedizioni rappresentano il grande elemento di differenziazione di Amazon. Negli ultimi dieci anni, Amazon ha investito decine di miliardi di dollari per costruire una massiccia rete di distribuzione.

Questi ingenti investimenti nella logistica consentono ad Amazon di consegnare le merci in modo rapido ed economico. Le consegne rapide e gratuite di pacchi a loro volta rappresentano la spina dorsale del servizio di abbonamento Prime di Amazon. Prime ha attratto oltre 200 milioni di membri che pagano una somma considerevole – il prezzo negli Stati Uniti è di $ 119 all’anno – per la possibilità di avere la maggior parte delle consegne entro un giorno o due (e talvolta anche più velocemente).

I rivali con piccole attività di e-commerce non possono permettersi di avere centri logistici di questo tipo. Ciò rende difficile eguagliare le velocità di consegna di Amazon o offrire la consegna gratuita senza un acquisto minimo. Walmart, al momento, è il competitor più vicino con il suo programma di abbonamento Walmart +. Tuttavia, si tratta ancora di un nulla rispetto alle dimensioni di Prime.

Un punto di svolta tecnologico

L’avvento dei veicoli per le consegne senza conducente potrebbe però erodere rapidamente questo vantaggio competitivo di Amazon, nel prossimo decennio.

I veicoli di consegna autonomi rappresentano il futuro della logistica e una grande rivoluzione nel settore, soprattutto in termini di costi. L’adozione di questo tipo di risorse può cambiare le carte in tavola nell’ambito delle consegne per gli e-commerce.

Infatti, man mano che i costi diminuiscono, dovrebbe diventare possibile per qualsiasi rivenditore con un’ampia rete di negozi offrire consegne gratuite nell’arco di 24 h alla maggior parte dei consumatori. E ciò potrebbe avvenire senza che sia richiesta l’iscrizione ad un abbonamento o senza un ordine minimo.

Alla fine dello scorso anno, Nuro, una start-up californiana nell’ambito di consegne senza conducente, ha approvato l’avvio di questa modalità di spedizioni in due contee della Bay Area. Il mese scorso, l’azienda ha iniziato a testare le consegne di Domino’s Pizza a Houston. Entro la fine del decennio, le consegne senza conducente potrebbero essere onnipresenti e la concorrenza potrebbe ridurre gap logistico con Amazon.

Il grande equalizzatore

Non sorprende, dunque, che Amazon stia investendo anche nella tecnologia di consegna senza conducente. L’anno scorso, la società ha speso oltre $ 1 miliardo per acquistare Zoox, un’azienda che, per ora, sta lavorando a un servizio di ride-hailing autonomo, ma che potrebbe facilmente orientarsi alle consegne.

Tuttavia, in uno scenario come quello descritto nel precedente paragrafo, Amazon potrebbe non essere in grado di replicare un vantaggio competitivo come quello attuale. Se i consumatori possono acquistare da Walmart, Target, Best Buy, Dick’s Sporting Goods e un’ampia varietà di altri rivenditori e ottenere lo stesso tipo di consegna, Amazon potrebbe diventare un’opzione meno “predefinita” per i consumatori. Inoltre, se altri rivenditori potranno offrire un’esperienza di acquisto oggi esclusiva di Amazon, quanti consumatori saranno ancora disposti a pagare l’abbonamento Prime?

La maggior parte dei trader che hanno scelto di investire in azioni Amazon credono fermamente che la società troverà un nuovo modo per differenziarsi e continuare a guadagnare quote di mercato. Tuttavia, il vantaggio di Amazon in termini di velocità di consegna e costo rappresenta probabilmente il pezzo più grande delle sue fondamenta. In conclusione, coi veicoli per le consegne senza conducente che rischiano di minare la solidità del business di Bezos nel prossimo decennio, la lunga serie di sovraperformance delle azioni Amazon potrebbe finire presto.

Altri articoli dello stesso autore:

Il nostro voto