Apple (AAPL.O) ha appena dichiarato di aver messo in una sorta di libertà vigilata il suo fornitore taiwanese Pegatron (4938.TW). La società asiatica avrebbe violato il codice di condotta dei fornitori di Cupertino concedendo a dipendenti/studenti di fare turni notturni o straordinari oltre i limiti imposti. Nell’ambito degli investimenti nel trading online, le ultime notizie sul produttore di iPhone rilevano un Titolo in calo nel pre market di oggi.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Apple contro Pegatron: i dettagli della vicenda

Pegatron avrebbe classificato erroneamente gli studenti lavoratori e falsificato alcuni documenti per mascherare le violazioni. Sarebbe stato provato che, in alcuni casi, la società avrebbe violato il codice di Apple, consentendo agli studenti di svolgere lavori extra.

Pegatron è uno dei pochi produttori taiwanesi dell’isola, insieme a Foxconn (2317.TW 2354.TW), che domina la catena di assemblaggio degli iPhone di Apple in Asia.

In una nota ufficiale, in merito alla vicenda, Cupertino ha comunicato che:

Diverse settimane fa, abbiamo scoperto che Pegatron, uno dei fornitori di Apple in Cina, violava il Codice di condotta per i fornitori di Apple nella sua amministrazione di un programma di lavoro per studenti. Abbiamo posto Pegatron in libertà vigilata e la società non riceverà alcuna nuova attività da Apple fino a quando non avrà completato tutte le azioni correttive richieste.

 Apple non ha dichiarato i termini del periodo di prova.

Sul mercato

Le azioni di Pegatron hanno chiuso lunedì in ribasso del 2,1%, sottoperformando un aumento dell’1,2% nel mercato più ampio di Taipei.

Pegatron ha affermato, in una dichiarazione separata, che gli studenti lavoratori nei campus di Shanghai e Kunshan sono stati trovati a lavorare senza rispettare le regole e le normative locali.

Tolti dalle linee di produzione, hanno comunque ricevuto un adeguato compenso.

Nella sua dichiarazione, la società asiatica non ha menzionato i provvedimenti presi da Apple, che potrebbero comunque avere un forte impatto sull’azienda. Pegatron ha registrato un utile di 19,3 miliardi di T $ (676 milioni di dollari) nel 2019, in crescita del 74% rispetto all’anno precedente.

Il mese scorso Apple ha lanciato il suo iPhone 12 di nuova generazione, con connettività veloce 5G.

Apple e i suoi fornitori sono stati accusati, in passato, di pratiche lavorative inadeguate. Ma la società statunitense ha cercato, nel tempo, di prendere il controllo su tali questioni, rilasciando revisioni annuali della catena di fornitura dell’iPhone.

Nel 2017, Apple e Foxconn hanno affermato che un piccolo numero di studenti è stato scoperto a fare gli straordinari in una delle fabbriche cinesi di quest’ultima, violando le leggi locali sul lavoro.

A luglio, il terzo grande assemblatore taiwanese del telefono, Wistron, ha venduto due stabilimenti più piccoli in Cina alla Luxshare (002475.SZ) di Dongguan, un’azienda in rapida crescita che rappresenta l’emblema dei nuovi fornitori cinesi che stanno gradualmente aumentando la rivalità con i giganti taiwanesi.

Come precedentemente accennato, le Azioni Apple sono in ribasso di oltre lo 0,20% nel pre market di oggi. Il Titolo, durante la scorsa settimana, ha recuperato parte dei guadagni persi ad ottobre, grazie all’ottimismo degli investitori sulla scia delle elezioni USA.

Altri articoli dello stesso autore: