Nella giornata di Giovedì, Apple Inc e Google di Alphabet Inc hanno rimosso il famoso videogioco “Fortnite” dai loro app store per aver violato le linee guida sui pagamenti in-app, spingendo lo sviluppatore Epic Games a intentare cause federali antitrust per contestare le regole. Apple e Google, nello specifico, hanno citato una funzione di pagamento diretto implementata sull’app Fortnite, ritenendola una violazione. Di contro, Epic ha citato in giudizio le due aziende, senza però pretendere denaro da Apple o Google. Il produttore di giochi ha chiesto ingiunzioni che possano porre fine a molte delle pratiche delle società relative ai loro app store.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

La causa presentata da Epic contro Apple

Epic, produttore e fornitore di Fortnite, nella causa contro i due colossi tech, ha spiegato che:

Apple è diventata ciò contro cui una volta si scagliava: il colosso che cerca di controllare i mercati, bloccare la concorrenza e soffocare l’innovazione. Apple è più grande, più potente, più radicata e più perniciosa dei monopolisti del passato.

Epic ha anche attaccato Apple sui social media, lanciando una campagna con l’hashtag #FreeFortnite, esortando i giocatori a chiedere rimborsi ad Apple qualora perdessero l’accesso al gioco e creando una parodia del famoso annuncio televisivo di Apple “1984“.

Nella parodia, che ha raccolto rapidamente centinaia di migliaia di visualizzazioni, una combattente femminile di Fortnite scaglia una mazza a forma di unicorno per rompere uno schermo su cui un personaggio con la testa di mela parla dell ‘”anniversario delle direttive di unificazione della piattaforma“.

Apple richiede un taglio compreso tra il 15% e il 30% per la maggior parte degli abbonamenti alle app e dei pagamenti effettuati all’interno delle app. Tuttavia, ci sono alcune eccezioni per le aziende che hanno già una carta di credito in archivio per i clienti iPhone, se offrono anche un pagamento in-app da cui trarrebbe vantaggi anche Apple.

Perché la causa di Epic può creare un precedente pericoloso per Cupertino

Gli analisti ritengono che i giochi rappresentino il maggior guadagno di Apple all’interno dell’App Store. A sua volta, lo store è la componente più importante del segmento dei servizi da 46,3 miliardi di dollari all’anno di Cupertino.

In una dichiarazione ufficiale, Apple ha affermato che Fortnite è stato rimosso perché Epic ha lanciato la funzione di pagamento diretto con il preciso intento di violare le linee guida dell’App Store, dopo aver avuto app nello store per un decennio.

Inoltre, Apple ha affermato che le proprie linee guida creano condizioni di parità per tutti gli sviluppatori e rendono il negozio sicuro per tutti gli utenti.

Nel frattempo, sul mercato, la quotazione Apple continua a viaggiare ai massimi storici, con una crescita su dodici mesi del 127%. Attualmente, la capitalizzazione di mercato di Apple equivale a 1.97 trilioni di dollari, con oltre 4,2 miliardi di azioni in circolazione.

Il titolo inizierà la seduta di oggi a Wall Street con una quotazione di 460 dollari, vicinissima al massimo storico e di 52 settimane di 464 dollari per azione, toccato ieri.

Altri articoli dello stesso autore: