L’evento annuale più atteso per i consumatori dello shopping online sta per arrivare. Ancora non è stata indicata una data ufficiale, ma con ogni probabilità il Prime Day di Amazon 2021 sarà a Giugno. Mentre le Azioni Amazon registrano un calo di oltre il 3% nell’ultima seduta di Borsa, gli operatori del trading online possono utilizzare questa battuta d’arresto come punto di acquisto in vista dei prossimi eventi.

La società ha infatti recentemente confermato che il Prime Day si svolgerà prima della fine del secondo trimestre, e ciò significa prima della fine di giugno. In realtà, l’indicazione ha un po’ sorpreso investitori e consumatori. Si pensava che, dopo lo slittamento dell’evento ad ottobre lo scorso anno, a causa della pandemia, l’azienda sarebbe tornata a tenere il Prime Day a luglio.

Tra le ipotesi, si fa strada quella della festa del papà statunitense, fissata per domenica 20 giugno. C’è la possibilità che Amazon scelga la settimana precedente per dare luogo al suo evento, tentando di sfruttare il trend dei regali per questa ricorrenza.

Probabilmente, come accade spesso, gli sconti proposti dalla piattaforma dureranno diversi giorni, in particolare per i prodotti firmati Amazon, come gli Echo altoparlanti e gli E-reader Kindle.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

67% of investor lose money

Piattaforma: OBRInvest

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: LiquidityX

Deposito: 250$

Licenza: HCMC

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Amazon e i prodotti contraffatti: ci sono i numeri

Nel frattempo, la società, che è stata sotto pressione da parte di acquirenti, marchi e legislatori per reprimere le contraffazioni sul suo sito, ha dichiarato ieri di aver bloccato più di 10 miliardi di annunci sospetti, prima di qualsiasi vendita.

I numeri sono stati pubblicati nel primo rapporto di Amazon sui suoi sforzi anti-contraffazione, da quando la società ha annunciato l’implementazione di nuovi strumenti e tecnologie nel 2019. Il numero di annunci sospetti bloccati nel 2020 è aumentato di circa il 67% rispetto all’anno precedente.

L’azienda ha spiegato il dato in aumento con la pandemia. Come sappiamo, la tendenza agli acquisti online è stata fortemente supportata dai lockdown mondiali che hanno chiuso i negozi fisici, facendo riversare i consumatori sulle piattaforme e-commerce. Fiutando la possibilità di maggior guadagno, più truffatori si sono finti commercianti.

Nel dettaglio, Amazon ha affermato che può fermare i contraffattori prima che possano vendere qualsiasi prodotto, grazie alla tecnologia di apprendimento automatico, che scansiona automaticamente gli elenchi per rimuovere sospetti di contraffazione. L’azienda offre anche ai marchi un modo per rimuovere gli articoli falsi dal sito in modo autonomo, piuttosto che segnalarli ad Amazon e aspettare la rimozione.

Quotazione Amazon oggi 11 maggio

Come anticipato, il titolo Amazon ha chiuso l’ultima seduta di mercato in ribasso del 3,07%, a quota 3,190.49 dollari. Nel pre market di oggi, si registra un ulteriore calo dell’1,30%, che porta la quotazione a 3,149.00 dollari.

Su dodici mesi, il titolo rimane in rialzo di oltre il 34%, con il massimo di 52 settimane fissato a 3,554 dollari.

Attualmente, Amazon ha una capitalizzazione di mercato di 1.61T con oltre 504 milioni di azioni in circolazione e un rapporto P/E di 60.72.

Altri articoli dello stesso autore:

Il nostro voto