Per i trader interessati a comprare Azioni Amazon, alcune novità sulla società. Nelle ultime ore, l’autorità antitrust tedesca avrebbe avviato un’indagine sulla relazione di Amazon con i commercianti di terze parti che vendono sul suo sito. La notizia è stata comunicata direttamente dall’authority, tramite Andreas Mundt, presidente del Federal Cartel Office, che intervistato dal quotidiano Frankfurter Allgemeine Zeitung ha dichiarato:

Stiamo attualmente indagando se e come Amazon influenzi il modo in cui i commercianti fissano i prezzi sul mercato.

La Germania è il secondo mercato più grande di Amazon dopo gli Stati Uniti.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

L’inchiesta su Amazon in Germania: le tappe della vicenda

Durante i primi mesi della pandemia COVID-19, quando molti negozi sono stati chiusi e gli acquirenti si sono riversati online, Amazon avrebbe bloccato alcuni commercianti a causa di prezzi presumibilmente eccessivamente alti.

Queste lamentele, lanciate evidentemente dai presunti commercianti bloccati, sono arrivate all’autorità tedesca che ha immediatamente aperto un’indagine, poiché Amazon non potrebbe legalmente essere un controllore e regolatore di prezzi.

Immediata la risposta del colosso e-commerce. Un portavoce di Amazon ha affermato che le politiche dell’azienda sono state progettate per garantire che i suoi partner stabiliscano prezzi competitivi.

Fino al 2013, Amazon aveva impedito ai commercianti di offrire i propri prodotti tramite altri siti online a un prezzo inferiore rispetto a quello sulla propria piattaforma. Una politica che l’organismo di vigilanza antitrust tedesco l’ha costretta ad abbandonare.

L’anno scorso, Amazon ha raggiunto un accordo con l’autorità tedesca per rivedere i suoi termini di servizio per i commercianti di terze parti, spingendo l’ufficio a rinunciare a proseguire un’indagine avviata sette mesi prima.

Amazon e Stitch Fix: la nuova sfida del mercato azionario

Nel frattempo, altre novità riguardanti il colosso di Jeff Bezos stanno facendo fare alcune importanti valutazioni ai trader.

Il settore dell’abbigliamento, al momento, non sta vivendo un momento particolarmente propizio. Il lockdown imposto a livello globale per contenere i contagi di coronavirus ha fatto registrare la chiusura della maggior parte dei negozi. Inoltre, con il lavoro da casa e gli incontri sociali ancora sconsigliati, i vestiti non rappresentano una priorità per i consumatori.

Stitch Fix è il marchio leader nel nascente regno dello styling personale online. Amazon è entrata in questa nicchia la scorsa estate quando ha lanciato il suo servizio Personal Shopper by Prime.

Gli analisti sostengono che questa nicchia era in forte espansione prima della crisi del COVID-19. E che dovrebbe continuare a rappresentare un mercato in crescita nel prossimo futuro. Partendo da questa considerazione, si profila una nuova battaglia sul mercato azionario, proprio tra i due marchi. Stando al parere degli esperti, il trader potrà puntare su uno dei due titoli per sfruttare una vera e propria impennata nel medio e lungo termine.

Nel frattempo, nell’ultimo mese, il Titolo Amazon si è mosso per lo più in trend laterale, mantenendosi attorno al valore di 3,200.00 dollari per azione. Nelle ultimissime sedute, il prezzo è sceso a 3,150.00, confermando una certa pressione per il bene finanziario.

(N.d.r.) Amazon ha contattato la redazione di TradingCenter in data 18 agosto per informarci ufficialmente che: “Sono i partner di vendita a stabilire i prezzi dei loro prodotti nel nostro store. Vogliamo che i nostri clienti acquistino con fiducia su Amazon e abbiamo specifiche linee guida che invitano i partner di vendita ad applicare prezzi competitivi sui loro prodotti. I nostri sistemi sono progettati per agire contro aumenti ingiustificati di prezzo. Se i partner di vendita hanno dei dubbi, li incoraggiamo a contattare il team di assistenza a loro dedicato.”

Altri articoli dello stesso autore: