Di pochi minuti fa la notizia dell’inaugurazione di una fabbrica pilota nella città di Hangzhou, nella Cina orientale, da parte di Alibaba Group. Il sito è stato aperto nell’ambito di un’iniziativa imprenditoriale incentrata sulla “produzione intelligente”. Il Titolo Alibaba ha chiuso l’ultima seduta di mercato in rialzo dell’1,41%. Nel pre market di oggi la quotazione è data in ulteriore rialzo.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Alibaba, l’espansione continua

L’annuncio dell’apertura del nuovo stabilimento denota una continuità importante nel progetto espansionistico del Gruppo, oltre il suo core business. Alibaba sta investendo oltre l’e-commerce e in settori che riguardano anche altri segmenti della catena di fornitura al dettaglio online.

In una nota appena rilasciata, la società ha specificato che la nuova fabbrica, gestita da una divisione interna denominata Xunxi Digital Technology Company, lavorerà principalmente con aziende di abbigliamento, almeno per il momento.

Inoltre, l’azienda, in un video esplicativo, ha affermato che utilizzerà i dati raccolti dal traffico, dalle ricerche e dalle vendite dell’e-commerce, per aiutare i marchi ad anticipare quali articoli saranno in trend nel futuro, per portarli sul mercato rapidamente.

Già nel 2016, il fondatore di Alibaba, Jack Ma, aveva identificato la “nuova produzione” come una delle cinque tendenze considerate come opportunità di business future per la compagnia.

Le altre quattro tendenze rilevate furono: “nuova vendita al dettaglio“, “nuova tecnologia“, “nuova finanza” e “nuova energia“.

Il passaggio alla produzione intelligente avviene nel momento in cui gli operatori dell’e-commerce cinese stanno cercando modi per lavorare a più stretto contatto con le schiere di fabbriche del paese.

L’apertura della nuova fabbrica di Alibaba rappresenta anche un’ulteriore mossa nel regno offline, per il gigante dell’e-commerce.

Inoltre, nel 2016, l’azienda ha aperto il suo primo negozio Freshippo, segnando la sua incursione nella vendita al dettaglio di generi alimentari offline. La catena ha ora centinaia di punti vendita in tutta la Cina.

Alibaba e China Mobile sfidano Trump

Nel frattempo, Alibaba Group Holding Ltd e China Mobile Communications Group Co Ltd stanno valutando di investire 3 miliardi di yuan ($ 443 milioni) in Zhejiang Dahua Technology Co Ltd. L’indiscrezione sarebbe stata confermata da tre persone a conoscenza della bozza di accordo.

Dahua è il secondo produttore cinese di apparecchiature di sorveglianza. Si tratta di una delle aziende tecnologiche cinesi che Washington, l’anno scorso, ha inserito nella lista nera delle società che, secondo gli USA, hanno aiutato Pechino a sorvegliare e arrestare gli uiguri e altre minoranze musulmane. Le compagnie di questa lista non possono acquistare tecnologia statunitense senza l’approvazione del governo degli Stati Uniti.

Nonostante questo, il leader dell’e-commerce e il principale gruppo di telecomunicazioni starebbero pianificando di investire congiuntamente in Dahua tramite un collocamento di azioni private nelle prossime settimane.

Dahua è quotata a Shenzhen, con una capitalizzazione di mercato di $ 10,3 miliardi. Alibaba ha invece una capitalizzazione di mercato di 752.06B, con oltre 21,64 miliardi di azioni attualmente in circolazione.

Altri articoli dello stesso autore: